Home Musica News Musica

Dal 23 al 25 settembre Faenza ospita il #NuovoMei, il più importante raduno della musica indipendente

Al centro dell'incontro ci sarà il giornalismo musicale. Il programma è ricco di artisti d'eccezione, da Motta a Silvestri, da Extraliscio al ritrattista Andrea Spinelli

Daniele Silvestri, Acrobati, jam session, live, concerto, Napoli, Teatro Augusteo, foto, gallery, Antonio Siringo

Daniele Silvestri, Acrobati, jam session, live, concerto, Napoli, Teatro Augusteo, foto, gallery, Antonio Siringo

Il Meeting delle Etichette Indipendenti quest’anno riparte dall’edizione zero, inaugurando il #NuovoMei2016 all’insegna del giornalismo musicale.
Ideato da Giordano Sangiorgi e curato da Enrico Deregibus, il raduno della musica indipendente italiana quest’anno, per la prima volta in Italia, dal 23 al 25 settembre riunirà a Faenza tutti i giornalisti musicali, dalle grandi testate alle webzine, per discutere assieme agli stessi addetti ai lavori alcune domande sul futuro del settore.
L’incontro sarà un importante momento di confronto e riflessione per i giornalisti e per chiunque scriva di musica nell’era di internet, dopo la rivoluzione epocale che ha coinvolto la produzione, la promozione e la fruizione musicale.

L’edizione zero non dimentica il passato dato che, come sempre, al cuore del #NuovoMei2016 ci saranno arte e musica: si parte venerdì 23 settembre con la mostra del talentuoso Andrea Spinelli, artista celebre per i suoi ritratti dal vivo dei massimi rappresentanti della scena indie, da Manuel Agnelli e i suoi Afterhours a Iosonouncane.
A seguire Extraliscio, sofisticato progetto di casa Garrincha Dischi e La Casa dei Sonora, ideato da Mirco Mariani e Moreno Il Biondo: polka, valzer, mazurka e tutta la tradizione musicale della Romagna rivisitata per un vero e proprio “punk da balera” tutto da ballare.

Sabato 24, al Teatro Masini, andrà in scena un imperdibile omaggio al grande Lucio Battisti; fra gli artisti che saliranno sul palco ci saranno Mauro Ermanno Giovanardi, Iacampo, Daniele Celona, Chiara Dello Iacovo e Francesco Motta, fresco di Targa Tenco come migliore opera prima per il suo La Fine Dei Vent’Anni.
Durante la serata, inoltre, verrà premiata la rivelazione Miele come Miglior Giovane di Sanremo 2016.

L’evento più atteso è certamente il concerto gratuito di Daniele Silvestri, il primo artista mainstream a mettersi al servizio della musica indipendente tra la fine degli anni 90 e l’inizio dei 2000, aprendo uno stand al MEI con la sua etichetta discografica indipendente e restando al banchetto per i giorni della kermesse, incontrando tantissimi giovani artisti.
Con il suo Acrobati Tour Silvestri chiuderà il ciclo di celebrazioni per i vent’anni del Mei, mentre la serata sarà aperta dalle performance live di Il Geometra Mangoni, Cortex e  Suntiago.

Al Cinema Sarti domenica 25 settembre, per il terzo anno consecutivo, il meeting ospiterà la consegna dei premi PIMI (Premio Italiano Musica Indipendente) e PIVI (Premio Italiano Videoclip Indipendente). Il PIMI 2016 verrà consegnato a Motta, ritenuto l’artista più rilevante della stagione discografica 2015/16, mentre Il vincitore del PIVI 2016 è Calcutta con il video di Cosa Mi Manchi a Fare, diretto da Francesco Lettieri.

Al vastissimo programma del #NuovoMei2016 si aggiungerà la reunion della band anni ‘80 Boo-hoos, accompagnati dai coevi Gli Avvoltoi, oltre al freak show del SuperMei Circus. Verranno inoltre assegnate le Targhe Mei Musicletter, il premio nazionale dedicato all’informazione musicale.
Imperdibile la proiezione del documentario Rotte Indipendenti, prodotto da Sky Arte e dedicato ai 20 anni del MEI; il pubblico potrà partecipare anche a mostre, laboratori e tanto altro.

L’edizione zero del Meeting delle Etichette Indipendenti, ha detto il suo ideatore Giordano Sangiorgi, rappresenta «Il totale e completo passaggio generazionale dagli indipendenti di 20 anni fa ai nuovi  artisti emergenti di oggi che raccolgono il testimone e mietono successi. Infatti Motta, Calcutta, Voina Hen, Ghali, Landlord e i tantissimi altri rappresentano il totale cambio generazionale che dopo 20 anni il Mei e’ riuscito a fare diventando di fatto il #Nuovo Mei 2016».

L’ingresso a tutti gli eventi sarà libero e aperto a tutti, ed è possibile consultare l’intero programma del #NuovoMei2016 sul sito ufficiale della rassegna.

Leggi anche