Home Musica News Musica

ContempoRarities, la musica anti-classica torna in Santeria, a Milano

Per tre domeniche, nel mese di dicembre, la rassegna ideata da Enrico Gabrielli e Sebastiano De Gennaro dimostrerà che la musica colta può essere eccitante quanto il rock

Enrico Gabrielli e Sebastiano De Gennaro la chiamano musica anti-classica. È musica eseguita con approccio colto, ma antiaccademico. Gabrielli, polistrumentista, fa parte di Calibro 35 e Winstons, ma ha collaborato con Afterhours, Baustelle, Morgan e ha fatto parte dell’ultima formazione di PJ Harvey. De Gennaro, percussionista, ha suonato un po’ con tutti, da Daniele Silvestri ai Baustelle. Sono convinti che la musica colta possa raggiungere un pubblico non avvezzo a certe complessità. Cercheranno di dimostrarlo nelle tre serate del festival ContempoRarities che si terrà in Santeria Toscana 31, a Milano, per tre domeniche di dicembre, in orario preserale (ore 18).

I tre concerti avranno come gruppo base gli Esecutori di Metallo su Carta, ensemble fondato da Gabrielli e De Gennaro. Il primo, che si terrà l’1 dicembre, è dedicato al repertorio della Penguin Cafe Orchestra, formazione inglese a cavallo fra musica scritta, folk, minimalismo e molte altre cose. Alle chitarre ci saranno Arthur Jeffes, figlio del fondatore della PCO, e Alessandro ‘Asso’ Stefana. L’8 dicembre, in una serata chiamata ‘Pura attualità’, saranno eseguite musiche di Silvia Borzelli, Sara Caneva, Carlo Carcano, Luca Cavina, Leonardo Marino, Francesco Filidei, Teho Teardo e Maria Teresa Treccozzi. Il 15 dicembre ci sarà il ‘Carnevale degli animali sul tetto’, concerto natalizio con musiche di di Camille Saint-Saens e Darius Milhaud, e le voci recitanti di Daniel Plentz e Ramiro Levy (Selton). Tutti i concerti avranno una parte video curata da Andrew Quinn (i primi due) e Pietro Puccio (il terzo).

Arrivata alla quarta edizione, la rassegna è legata all’attività dell’etichetta discografica 19’40” fondata da Gabrielli e De Gennaro con il musicologo, dj e produttore Francesco Fusaro. È una sorta di club del disco: chi si iscrive riceve ogni quattro mesi un CD via posta. Il prossimo album, che uscirà a inizio dicembre, è una riproposizione con strumenti acustici di Mother Earth’s Plantasia, concept ambientalista di metà anni ’70 di Mort Garson.

Leggi anche