Club To Club gioca la carta Kraftwerk per l'edizione 2017 | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Club To Club gioca la carta Kraftwerk per l’edizione 2017

Dal 4 al 7 novembre, i pionieri tedeschi suoneranno dal vivo 8 album storici, cioè 2 ogni sera

NEW YORK, NY - APRIL 10: (L-R) Ralf H?tter, Henning Schmitz, Fritz Hilpert, and Stefan Pfaffe of the band Kraftwerk perform during the Kraftwerk - Retrospective 1 2 3 4 5 6 7 8, Autobahn (1974) at The Museum of Modern Art on April 10, 2012 in New York City. (Photo by Mike Coppola/Getty Images)

I Kraftwerk sono il primo, illustre nome con cui Club To Club oggi ha ufficialmente iniziato a fomentare l’hype per l’edizione di novembre 2017.

Non bastasse la terza dimensione del live dei pionieri tedeschi dell’elettronica, il festival torinese ha pensato bene di proporre al pubblico quattro esibizioni di fila, in cui la band suonerà otto album del proprio catalogo. Due al giorno, dalla sera del 4 novembre iniziando con Autobahn e Radio Activity del ’74 e ’75 e terminando la sera del 7 con The Mix e Tour de France del ’91 e ’03. Un viaggio cronologico di otto pietre miliari nella lunga storia di Ralph Hutter e soci, che porta appunto il nome di “The Catalogue: 1 2 3 4 5 6 7 8”.

Cominciano quindi ad arrivare i quando e i chi, ma è importante anche parlare del dove. Quest’anno infatti Club To Club si sposta, almeno per i Kraftwerk, dalla storica residenza del Lingotto per approdare alle nuove Officine Grandi Riparazioni (OGR), non cambiando l’indirizzo ma applicando pur sempre dell’idea iniziale di sfruttare immensi spazi ex-industriali per la nobile arte dell’elettronica. Quanto al resto della programmazione del festival, Club To Club rimane una faccenda del Lingotto.

Da qui in poi pioveranno nomi a rimpolpare una line up che, già si sente nell’aria, non si vedrà da nessun altra parte al mondo. Biglietti in vendita da domani, 13 maggio, sul sito di OGR.