Home Musica News Musica

Chris Martin: “Era dall’11 settembre che non sentivo questo senso di comunità”

Lo ha detto ieri nella diretta Instagram di ‘Together, At Home’ durante la quale ha cantato pezzi di Coldplay e David Bowie. Li potete ascoltare qui

“Ciao, mi chiamo Chris. È accesa questa roba?”. È iniziata così ieri la diretta Instagram durante la quale Chris Martin ha cantato pezzi dei Coldplay e di David Bowie, oltre a rispondere alle domande dei fan. È la prima puntata di Together, at Home, serie di Instagram Live in cui gli artisti si esibiscono in modalità remota, causa coronavirus. Potete rivedere la diretta qui sopra.

“Era dall’11 settembre che non sentivo questo senso di comunità”, ha detto Martin a proposito della pandemia. Seduto al pianoforte, ha letto i commenti degli utenti e ha raccolto le loro richieste tra cui Yellow dei Coldplay e Life on Mars di David Bowie. Si è però fermato al ritornello perché, ha spiegato, a quell’ora del giorno la sua voce non riesce a raggiungere quell’altezza.

“Mi pare di stare al Grande Fratello Vip”, ha aggiunto ridendo. A guardarlo c’erano 50 mila persone. “Non mi hanno mai chiesto di partecipare a quei programmi”.

Together, At Home è una iniziativa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e di Global Citizen. Assieme, le due organizzazioni hanno lanciato una raccolta fondi chiama Solidarity Response Fund. Scopo: raccogliere da qui ad aprile 675 milioni di dollari a favore di chi combatte il Covid-19.

Il prossimo artista a partecipare a Together, at Home sarà John Legend. “Così finalmente potrete vedere un vero pianista che per suonare non ha bisogno di fuochi d’artificio”, ha scherzato Martin.

Altre notizie su:  Chris Martin Coldplay