Home Musica News Musica

Chris Brown arrestato per aggressione con arma da fuoco

Il cantante avrebbe puntato una pistola al viso di una donna per gelosia, dopodiché si è barricato in casa, assediato dalla polizia. La testimonianza su Instagram: «Venite a prendermi»

Foto: Facebook

Foto: Facebook

Il cantante RnB Chris Brown è stato arrestato ieri nella sua casa di Los Angeles. L’accusa è di aggressione aggravata dall’uso di un’arma da fuoco, che Brown avrebbe poi nascosto dentro una borsa (pare) piena di stupefacenti e gettato fuori dalla sua finestra.

La vittima dell’aggressione è una donna, Baylee Curran. Curran avrebbe confermato al Los Angeles Times che Brown le ha puntato una pistola al volto. Nella casa pare ci fosse un altro uomo, che ha scatenato la gelosia di Brown quando la donna ha espresso apprezzamenti per la collana di diamanti di questo terzo sconosciuto.

La parte più allucinante della vicenda è che Brown ha documentato tutto su Instagram, caricando video in evidente stato di alterazione psicofisica in cui sostanzialmente si dichiara innocente. «Mi sono svegliato sentendo gli elicotteri e la polizia là fuori. Sono innocente, succede ogni tre mesi. Sono stanco!»

Non è di certo la prima volta che Brown, 26 anni, viene incriminato per atti violenti. Ancora oggi viene ricordato per le violenze perpetrate sulla sua ex fidanzata Rihanna quando i due erano fidanzati, nel periodo 2009/2010. Nel 2013, poi, aveva aggredito Frank Ocean fuori da uno studio di West Hollywood, ma Ocean non aveva sporto denuncia.