C’è un’altra prova del fatto che Lemmy sia Dio | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

C’è un’altra prova del fatto che Lemmy sia Dio

Le campane di una chiesa olandese hanno suonato 'Ace of Spades' e la folla è impazzita. Il video

Foto via IPA Agency

In una scena cruciale di Airheads – Una band da lanciare , la commedia di Brendan Fraser del 1994 su una sfortunata band heavy metal che tiene in ostaggio una stazione radio, una discografica cerca di far mollare la presa di potere offrendo alla band un contratto.

«Ragazzi, siete la cosa più sexy dai tempi di Marky Mark and the Funky Bunch», dice loro l’A&R. «Marky Mark? Quel tipo fa schifo», dice il compagno di band di Fraser, Steve Buscemi. Allora Fraser se ne esce con la domanda perfetta per determinare se l’A&R sa fare il suo lavoro: «Chi vincerebbe in un incontro di wrestling, Lemmy o Dio?» «Lemmy», dice il discografico, provocando la derisione di Buscemi. Poi prova con «Dio».

«Sbagliato, testa di cazzo», gli dice Buscemi. «Era una domanda a trabocchetto: Lemmy è Dio». Tutti ridono di lui e lo cacciano via. (Il frontman dei Motörhead fa anche un cameo pochi minuti dopo nel film).

Ora però abbiamo un’altra prova che il defunto Lemmy Kilmister sia davvero una divinità degna di culto. Il mese scorso, le campane della chiesa di Weert, Olanda, hanno suonato per intero Ace of Spades dei Motörhead.

Alle 3 del pomeriggio del 17 luglio, una folla di nonnine confuse fissava un campanile nel centro della città per sentire il chitarrista Jitse Zonneveld e l’organista Frank Steijns suonare la canzone.



A fine esecuzione, gli abitanti e i turisti riuniti a Weert per l’annuale Torenfestival hanno applaudito e gridato gioiosamente alleluia.

Qualche mese prima della sua morte nel 2015, Kilmister – ehm, Dio – rifletteva su Ace of Spades proprio con Rolling Stone. «Quando la suoniamo, tutti impazziscono», ha detto. «Ma quando l’abbiamo scritta, stavamo solo facendo un album. È solo un’altra cazzo di canzone. Pensavo fosse abbastanza buona, ma non pensavo fosse così buona… Sono rimasto sorpreso quando la canzone ha preso così tanto piede. Non è meglio di tutte le altre».

Questo articolo è stato tradotto da Rolling Stone U.S.