C0C: “The Festival as a performance”, il ritorno di Club To Club | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

C0C: “The Festival as a performance”, il ritorno di Club To Club

Dopo l’edizione digitale del 2020, il festival torna dal vivo. Ecco il programma e gli ospiti

Foto di Luigi De Palma

Dopo l’edizione digitale del 2020 (per ovvi motivi) nel 2021 C0C torna dal vivo. Il festival di quest’anno è concepito per essere una performance – come dice il sottotitolo: “the Festival as a performance”. Quattro giorni di musica, conversazioni e proiezioni ospitati in diverse location di Torino: le OGR, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e Porta Palazzo. Anche quest’anno official partner dell’evento è Audi.

Nato come risposta di Club To Club ai tempi drammatici della pandemia, C0C vuole esaltarne ancora di più l’essenza fatta di ricerca estetica, avanguardia musicale, indipendenza culturale e coinvolgimento di una community nazionale e internazionale – la line up di quest’anno comprende artisti provenienti da Angola, Finlandia, Germania, Grecia, Italia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Dominicana, Russia e Stati Uniti. 

L’apertura sarà giovedì 4 novembre con il collettivo torinese Gang Of Ducks che metterà in scena quattro show inediti in dialogo con ospiti come il produttore domenicano Kelman Duran, lo scrittore, artista visivo e musicista Francesco Cavaliere, la cantante russa Sabina Kaufman.

Tra le tante cose da segnalare poi ci sono gli show della compositrice inglese Beatrice Dillon, lo scozzese Koreless e il finlandese Ripatti (il 5 novembre); Caterina Barbieri e il producer tedesco Skee Mask (6 novembre); il musicista portoghese di origini angolane DJ Nigga Fox, tra i principali esponenti della scena batida portoghese (7 novembre).

Potete trovare il programma completo qui sotto: