Bruce Springsteen: dopo l’arresto per guida in stato d’ebrezza, Jeep ritira lo spot | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Bruce Springsteen: dopo l’arresto per guida in stato d’ebrezza, Jeep ritira lo spot

Per la prima volta il Boss aveva prestato l’immagine a una pubblicità, ma dopo la notizia dell’arresto la casa automobilistica ha deciso di sospendere la promozione

Bruce Springsteen in una scena dello spot Jeep

Jeep ha deciso di ritirare lo spot che era andato in onda durante il Super Bowl con protagonista (per la prima volta) Bruce Springsteen. Nello specifico, a causa dell’arresto per guida in stato d’ebrezza avvenuto lo scorso autunno.

In buona sostanza è durata solo tre giorni la pubblicità di Jeep con Bruce Springsteen, nonostante fosse diventata una delle più in voga, grazie anche al traino del Super Bowl. In queste ore, l’azienda automobilistica ha ritirato il lo spot dopo la diffusione della notizia dell’arresto.

“Sarebbe inappropriato per noi commentare i dettagli di una questione di cui abbiamo solo letto e che non possiamo dimostrare”, ha detto a Rolling Stone US un portavoce di Jeep. “Ma è anche giusto mettere in pausa il nostro spot fino a quando i fatti reali non saranno stati stabiliti. Il suo messaggio di comunità e unità è più attuale che mai. Così come il messaggio che bere e guidare non possono mai essere tollerati”.

Un rappresentante del National Parks Service ha invece rivelato che Springsteen è stato arrestato nella Gateway National Recreation Area sulla costa del New Jersey il 14 novembre scorso. È stato accusato di guida spericolata e consumo di alcol in un’area chiusa: “Springsteen ha collaborato durante tutto il processo” è stato specificato. I rappresentanti di Springsteen hanno però rifiutato di commentare.

Altre notizie su:  Bruce Springsteen