Home Musica News Musica

Bruce Springsteen cancella un concerto a causa delle leggi anti-gay

In un comunicato il Boss ha spiegato i motivi della decisione: "Combattere per la libertà è più importante»

Bruce Springsteen And The E Street Band in una tappa del "The River Tour 2016", United Center on January 19, 2016, Chicago, Illinois. (Photo by Daniel Boczarski/Getty Images)

Bruce Springsteen And The E Street Band in una tappa del "The River Tour 2016", United Center on January 19, 2016, Chicago, Illinois. (Photo by Daniel Boczarski/Getty Images)

«Ci sono cose più importanti di un concerto». Bruce Springsteen ha deciso di cancellare una delle date del suo The River Tour prevista per domani a Greensboro (North Carolina), come gesto di protesta contro le recenti leggi discriminatorie introdotte dallo stato, come l’obbligo per i transgender di utilizzare esclusivamente i servizi pubblici tenendo conto del sesso di nascita.

Sui sito ufficiale del cantante è apparso un lungo comunicato: «Cari fan, come saprete avrei dovuto suonare a Greensboro questa domenica. Saprete anche però che in North Carolina è appena stata approvata la legge HB2, chiamata dai media “bathroom law”, testo in cui si decide che bagni possono usare le persone transgender. Ma, ancora più importante, la legge rende difficile per le persone appartenenti alla comunità LGBT di intentare una causa quando i loro diritti sono violati sul posto di lavoro. So che molti gruppi stanno cercando di fronteggiare le decisioni prese da persone che non riescono ad accettare i progressi della nostra società in fatto di diritti civili. Ed io, insieme alla mia band, voglio dimostrare tutto il mio sostegno a questi combattenti per la libertà. Ci sono cose più importanti di un concerto. E il contrastare in tutti i modi il bigottismo e i pregiudizi è una di quelle. Mi scuso con i miei fan ma il concerto è annullato».

Il comunicato completo qui.