Home Musica News Musica

Britney Spears tranquillizza i fan: «Tornerò presto»

Dopo le proteste degli scorsi giorni, la popstar ha pubblicato un video in cui chiede ai fan di non credere a tutto quello che si legge sul suo conto.

Dopo il trambusto degli scorsi giorni, nei quali i fan di Britney sostenevano che la popstar fosse stata rinchiusa contro la sua volontà in una clinica psichiatrica, è stata proprio la cantante a intervenire con un video sui social: «Ciao a tutti, volevo dire qualcosa per tutti quelli che si sono preoccupati per me. Va tutto bene, la mia famiglia ha passato un periodo di forte stress. Ho bisogno di un po’ di tempo ma tranquilli, tornerò presto». Qui il video:

Visualizza questo post su Instagram

I wanted to say hi, because things that are being said have just gotten out of control!!! Wow!!! There’s rumors, death threats to my family and my team, and just so many things crazy things being said. I am trying to take a moment for myself, but everything that’s happening is just making it harder for me. Don’t believe everything you read and hear. These fake emails everywhere were crafted by Sam Lutfi years ago… I did not write them. He was pretending to be me and communicating with my team with a fake email address. My situation is unique, but I promise I’m doing what’s best at this moment 🌸🌸🌸 You may not know this about me, but I am strong, and stand up for what I want! Your love and dedication is amazing, but what I need right now is a little bit of privacy to deal with all the hard things that life is throwing my way. If you could do that, I would be forever grateful. Love you ❤️❤️❤️

Un post condiviso da Britney Spears (@britneyspears) in data:

Il messaggio di Brit è poi continuato nella didascalia: «Ci sono stati troppi gossip, la mia famiglia e il mio team sono stati minacciati, le cose sono sfuggite di mano. Sto cercando di prendermi un po’ di tempo, e questo non aiuta. Non credete a tutto quello che leggete e ascoltate. Le e-mail che stanno girando in rete sono state scritte da Sam Lutfi anni fa. Fingeva di essere me. Non preoccupatevi, sono forte. Vi ringrazio per il vostro affetto, ma ora ho bisogno di un po’ di privacy».

Le e-mail di cui parla Britney sono scambi avvenuti tra lei e la manager Lou Taylor, nel 2007, in cui la cantante accusa il padre di avere il controllo sulla sua vita. Secondo la nuova versione, queste mail sarebbero state scritte dall’ex manager della popstar, Sam Lutfi. Il mistero si infittisce.

Leggi anche