Brian May: «Non ho niente contro le persone trans, era un’imboscata della stampa» | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Brian May: «Non ho niente contro le persone trans, era un’imboscata della stampa»

Il chitarrista dei Queen si era detto «spaventato» dai premi gender-neutral dei Brit Awards, ma ha smentito tutto su Instagram: «Voglio fare le mie scuse a chiunque si sia sentito ferito»

brian-may-getty-ita

Brian May

Foto: Scott Heavey/Getty Images

«Un giornalista mi ha teso un’imboscata e sono usciti un sacco di articoli in cui sembra che non mi piacciano le persone trans. Non c’è niente di più lontano dalla verità». Dice così Brian May su Instagram, qualche giorno dopo le critiche alle sue dichiarazioni sui premi gender-neutral dei Brit Awards (ne abbiamo parlato qui).

Intervistato a un evento di ITV, il chitarrista dei Queen aveva detto che l’abolizione delle categorie di genere era frutto di «una decisione presa senza riflettere» e che si sentiva «stanco di chi cerca di cambiare le cose senza pensare alle conseguenze a lungo termine». May aveva poi aggiunto che i Queen non avrebbero potuto vincere perché non corrispondono agli attuali criteri di diversità: «Saremmo stati costretti ad avere nella band persone di colore diverso, sessualità diverse, una persona trans».

May ha smentito sul suo profilo Instagram: «Le mie parole sono state stravolte. Avrei dovuto aspettarmelo prima di parlare con i predatori della stampa. Vorrei fare le mie scuse a chiunque si sia sentito ferito. Il mio cuore è aperto alle persone di ogni colore, credo, sessualità e forma, a tutte le creature. Tutti meritiamo rispetto e un posto nel mondo. Voglio anche ringraziare chi mi ha difeso negli ultimi giorni. La vostra fiducia significa molto per me».

Altre notizie su:  Brian May Queen