Home Musica News Musica

Brian May: «Ascolto ancora “Bohemian Rhapsody” in macchina»

In una recente intervista il chitarrista ha ripercorso la storia della hit che questa settimana compie 40 anni

Brian May, foto Facebook

Brian May, foto Facebook

Il 31 ottobre 2015 Bohemian Rhapsody spegne 40 candeline.

Il brano, diventato iconico, rimase stabile nove settimane al top della classifica inglese (sarà nuovamente numero 1 nel 1991) e totalizzò più di 2 milioni di copie vendute solo in patria.

In una recente intervista per BBC News, May ne ha ripercorso la storia: «Realizzammo subito che si trattava di qualcosa di meraviglioso a cui avremmo dovuto dare tutta la nostra anima. Il riff è nato da Freddie, al pianoforte. Suonava in modo pazzesco nonostante lui non la pensasse così».

Sul testo ha poi aggiunto: «È un pezzo stravagante. Penso che Freddie fosse molto contento che ci potessero essere diverse interpretazioni, e non sto cercando di essere evasivo. Penso che sia per questo motivo che amiamo le canzoni: possono trasmettere qualcosa che un semplice testo non può fare».

Nonostante siano passati 40 anni, Brian non è per niente stufo del brano: «Capisco benissimo perchè molte persone ne parlino ancora. Io di solito cerco di tenere le mie considerazioni per me, ma ammetto che adoro ascoltarla alla radio, anche ora. Alzo il volume e me la godo. Però non faccio air guitar. Sono troppo vecchio».

Leggi anche