Home Musica News Musica

Billie Eilish, la sua ‘Bad Guy’ diventa una canzone ska punk

La cover è stata realizzata da gli Interrupters, la band di Los Angeles che aprirà il tour mondiale dei Green Day

Billie Eilish durante il concerto al Milano Rocks

Foto di Luigi Rizzo

Una hit che ha trascinato un’adolescente in cima alle classifiche mondiali, trasformando la sua autrice in una star planetaria a soli 17 anni. Bad guy è infatti il brano simbolo del fenomeno Billie Eilish, una canzone trasmessa in heavy rotation dalle radio fin dal primo giorno della sua pubblicazione tanto da diventare un tormentone anche per il vostro vicino di casa normalmente aficionado al black metal finlandese.

Tuttavia, qual è il vero metro per misurare l’efficacia di una canzone sul pubblico? Suonarla in altre vesti, realizzarne una cover che ne trasformi radicalmente i connotati. Da (I Can’t Get No) Satisfaction realizzata dai Devo a Smells Like Teen Spirit di Tori Amos, fino alle decine di versioni country che hanno investito classici di Elton John o AC/DC. Insomma, più una canzone funzione, più è probabile che venga snaturata dentro esperimenti sonori, più o meno riusciti.

Per questo dall’elenco non poteva mancare Billie Eilish con il suo brano manifesto, trasformato in un perfetto inno ska punk dagli Interrupters, band losangelina che aprirà il mastodontico Hella Mega, il tour dei Green Day che porterà Billie Joe Armstrong e soci sui più importanti palchi mondiali, con due date fissate anche in Italia insieme a Weezer e Fall Out Boy. «Pensavamo sarebbe stato un brano perfetto da suonare nel nostro stile», ha detto la frontwoman della band, Aimee Interrupter. «Bad guy è divertentissima da suonare dal vivo e siamo grandi fan della scrittura di Billie e Finneas, sono stati una vera boccata d’aria fresca per la musica».

Leggi anche