Home Musica News Musica

Avril Lavigne suonerà in streaming per combattere la sindrome di Lyme

Secondo il sito della cantante, il concerto di beneficienza del 24 ottobre «sarà l’unica occasione per vederla suonare nel 2020»

Avril Lavigne

Foto: TPG/Getty Images

Avril Lavigne ha annunciato un concerto in streaming di beneficienza per il 24 ottobre 2020, organizzato per raccogliere fondi per combattere la sindrome di Lyme. I guadagni dello stream – descritto dal sito della cantante come «l’unica occasione per vederla suonare nel 2020» – andranno alla Avril Lavigne Foundation e alla Global Lyme Alliance. I biglietti, sia in versione standard che nei pacchetti VIP, sono già in vendita.

«Sono felice che i fan e gli amici di tutto il mondo possano unirsi a me e ai miei ospiti per #FightLyme, un evento che aiuterà tutta la comunità», ha detto Lavigne in un comunicato. «Sarà una serata da ricordare, piena di speranza, grande musica e sorprese».

Avril Lavigne ha combattuto in prima persona con la sindrome di Lyme: ha rivelato la diagnosi nel 2015, specificando di essersi ammalata con la puntura di una zecca ricevuta la primavera precedente. In un post su Instagram di gennaio 2020, scritto per supportare Justin Bieber (che aveva appena rivelato di essere anche lui malato), ha detto: «Per quasi due anni sono stata molto male, combattevo per la mia vita».

«Ogni tanto ci sono ancora giorni pesanti», ha spiegato, aggiungendo che l’album del 2019 Head Above Water l’ha aiutata «a superare i momenti peggiori».

La fondazione della cantante aiuta chi soffre della sindrome di Lyme, offre contributi per la prevenzione, sovvenziona le cure e la ricerca scientifica. Global Lyme Alliance, invece, contribuisce alla ricerca, offre programmi di sensibilizzazione e supporta pazienti e operatori sanitari.

Altre notizie su:  Avril Lavigne