Home Musica News Musica

Arrivano i TaxiWars, il progetto jazz figlio dei dEUS

Nati dalla mente del frontman dei dEUS Tom Barman, i TaxiWars portano in Italia il loro jazz frenetico e infuocato che ha fatto innamorare pubblico e critica, e di cui Charles Mingus sarebbe andato fiero

Capitanati dal frontman dei dEUS Tom Barman, arrivano finalmente in Italia i TaxiWars, band a cavallo tra rock e jazz da ormai un anno in tour sui palchi dei migliori club e festival alternative d’Europa.

Con un bagaglio ricco delle esperienze dei singoli componenti, questa sera a Milano sul palco del Biko, il taxi si porterà dietro un’atmosfera che sa di odore di caffè, di avanzi di takeaway indiano, di qualche lattina di birra da discount lasciata sotto il sedile del passeggero e di un disco di Pharoah Sanders in loop. Lo stesso immaginario che ha conquistato Ashley Kahn – il più influente scrittore e critico in ambito jazz al mondo – che, parlando dei TaxiWars, racconta: «Già conoscevo i dEUS e ora adoro i Taxiwars. Uniscono testi, poesia e jazz ad un’intensità tipica del rock – mi ricordano la risposta all’hip-hop nella New York degli anni Ottanta. Non la stanno copiando ma stanno attingendo dallo stesso tipo di energia. E’ fantastico».

Infatti, con i TaxiWars, Barman ha portato tutta l’energia dei dEUS, incendiando il palco assieme al sassofonista Robin Verheyen, il bassista Nicolas Thys e il batterista Antoine Pierre: «Abbiamo legato molto velocemente, i ragazzi sono musicisti eccellenti – ovviamente – e io adoro la nostra etica sul lavoro: riusciamo a finire un disco senza perdere due anni delle nostre vite», racconta il frontman.

«Inoltre, i club e i festival jazz sono stati fantastici – continua Barman – ma noi ci sentiamo più a nostro agio nei festival rock davvero alternativi: posti dove non si conosce praticamente nessun nome della lineup, ma è lì che puoi sentire musica realmente entusiasmante e incendiaria».

Lanciato da una title track di cui Charles Mingus sarebbe andato fiero, il loro nuovo album Fever, uscito per Universal il 7 Ottobre 2016, in tutte le sue 12 tracce si tinge di colori che appartengono alla musica jazz: ma niente paura, non si tratta del cantante rock Tom Barman che si diverte a fare il crooner con un trio jazz. Nient’ affatto.

La band sarà in Italia per 5 date a partire dal 28 Febbraio. Ecco l’elenco completo:

28 Feb. – Raindogs House, Savona
1 Marzo – BIKO Milano, Milano
2 Marzo – Mame club, Padova
3 Marzo – Covo Club, Bologna
4 Marzo – Teatro La Nuova Fenice, Osimo

Altre notizie su:  TaxiWars jazz