Home Musica News Musica

Arriva un nuovo modello di G-SHOCK, l’orologio che non teme l’Apple Watch

Abbiamo incontrato il padre dell'orologio indistruttibile (che ora dialoga con lo smartphone). Ci ha presentato il G’MIX GBA-400 e ci ha regalato una playlist

Kikuo Ibe ha creato il G-Shock nel 1981 (l'orologio è sul mercato dal 1983). L'abbiamo incontrato all'inagurazione del negozio monomarca a Milano

Kikuo Ibe ha creato il G-Shock nel 1981 (l'orologio è sul mercato dal 1983). L'abbiamo incontrato all'inagurazione del negozio monomarca a Milano

Indistruttibile come gli orologi che lo hanno reso famoso, il brand giapponese che ha sbancato il mercato vendendo più di 70 milioni di esemplari, supera la soglia dei 30 anni lanciando l’ennesimo best seller: un G-SHOCK in grado di comunicare a due vie con il tuo smartphone.

Si tratta del G’MIX GBA-400, indistruttibile come tutti gli orologi della famiglia G-SHOCK, ma dotato anche di tecnologia Bluetooth a basso consumo energetico che consente, per esempio, di gestire le app del telefono o (viceversa) di regolare tramite smartphone alcune funzioni dell’orologio (orario, allarmi e lettore musicale).


GBA-400

GBA-400
Ma c’è un’altra novità: G-SHOCK ha scelto di aprire a Milano il terzo monomarca d’Europa. All’inaugurazione abbiamo incontrato l’ingegnere Kikuo Ibe, il padre di questo orologio che sembra non avere nessuna intenzione di abbandonare il campo.

Perché avete scelto l’Italia aprire un nuovo monomarca G-SHOCK?
Perché, nonostante il momento difficile che sta attraversando tutto il mondo, l’Italia, e in particolare Milano, rimane un punto nevralgico a livello stilistico in cui si sviluppano e passano tutte le tendenze. Riuscire a conquistare un mercato come l’Italia, è un passo fondamentale per raggiungere tutti gli altri paesi.

Qual è il prossimo passo nell’evoluzione del mondo G-SHOCK?
Sappiamo che tanta gente, a volte, tende a sostituire le funzioni dell’orologio con quelle del telefono cellulare. Perciò ci dedichiamo a sviluppare i nostri orologi per fare in modo che siano così completi che non si possa rinunciare a usarli. Un lavoro che abbiamo già iniziato e che continueremo ad approfondire con l’uso delle varie tecnologie wireless a basso consumo.

Che cosa pensa dell’Apple Watch? Vi spaventa o vi incuriosisce?
Noi non abbiamo nessuna intenzione di diventare uno smartphone, ma di semplificarvi la vita con quello che è un collegamento tra il telefono e l’orologio. L’Apple Watch è una novità che può giocare a nostro favore, sbloccando il mercato e dando più attenzione all’orologio – come accessorio e come status symbol.

Kiko Ibe ha sempre amato la musica. Con la tranquillità e la sicurezza che lo contraddistinguono ha scelto le 10 canzoni più belle di tutti i tempi secondo lui, per regalarci una playlist. La potete sentire qui:

Leggi anche