Apple ha smesso di produrre iPod | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Apple ha smesso di produrre iPod

Vent'anni fa, il lettore contribuì a rivoluzionare il mercato discografico. L’annuncio mette fine all’era della musica in download, da anni in crisi: mai affezionarsi ai supporti digitali

L'iPod Touch

Foto: Apple.com

Apple ha annunciato che smetterà di produrre gli iPod, i lettori digitali di musica più famosi al mondo. L’ultimo modello lanciato sul mercato, l’iPod Touch, sarà disponibile fino ad esaurimento scorte.

Il primo iPod fu presentato da Steve Jobs nel 2001, sei anni prima dell’iPhone. In un periodo di crisi dell’industria musicale, che sembrava incapace di reagire alla diffusione gratuita di musica peer-to-peer dovuta alla digitalizzazione, Apple inventò non solo un efficiente per ascoltare le canzoni in mp3, ma anche (nel 2003) il negozio digitale ad esso collegato, l’iTunes Store, che offriva un’alternativa legale al download. Effetto non di modesta importanza: iPod e iTunes hanno riportati la canzoni al centro del consumo musicale al posto degli album.

Se pensavate che l’iPod fosse già fuori produzione è perché il suo ruolo si è esaurito da tempo per via dell’avvento dello streaming. Una decina d’anni fa il download era uno dei modi più popolari di ascoltare musica, oggi rappresenta una parte residuale del mercato. A livello mondiale, il download vale il 3,2% del mercato della musica, unico canale ad avere subuito una flessione nel 2021 rispetto al 2020, contro il 64% dello streaming e il 19% di CD e vinili messi assieme.

Apple ha smesso di produttore altri modelli di iPod, il Nano e lo Shuffle, nel 2017. L’ultimo aggiornamento dell’iPod è stato lanciato nel 2020. Il Touch era simile, nell’aspetto e in certe funzionalità, all’iPhone, ma chi desidera avere un secondo supporto, anche piuttosto costoso, quando lo smartphone permette di ascoltare musica in streaming e in download?

“The music lives on”, scrive Apple nell’annunciare la morte dell’iPod. La musica continua, gli mp3 che milioni di utenti nel mondo hanno scaricato a pagamento giacciono in qualche hard disk o in vecchi iPod con la batteria scarica. Mai affezionarsi ai formati digitali.