Home Musica News Musica

Amy Winehouse, ritrovata una demo registrata a 17 anni

«Lei arrivò da noi e si mise a cantare, facendoci volare via», ha detto il produttore che ha condiviso ‘My Own Way’, ma la pubblicazione della registrazione potrebbe rivelarsi controversa.

Gil Cang, un musicista di Camden, ha condiviso su You Tube una demo intitolata My Own Way – canzone scritta dallo stesso Cang insieme all’autore James McMillan. Fin qui niente di straordinario, se non fosse che quel brano è cantato da una giovanissima Amy Winehouse, che nel settembre 2001 registrò la canzone in seguito spedita alle varie label per richiamare l’attenzione sulla cantante, diversi anni prima della firma con la Island Records.

«In quel periodo scrivevamo tantissime canzoni pop, producendo tantissime promo per i più disparati artisti pop, alcuni di talento, altri decisamente meno», ha detto Cang durante un’intervista rilasciata al Camden New Journal. «Era un periodo particolarmente tragico per il mondo del pop, c’erano davvero troppe girl band e boy band ed era necessario fare qualcosa. Amy arrivò da noi, semplicemente aprì la bocca, si mise a cantare, lasciandoci senza parole».

Tuttavia, la pubblicazione di My Own Way potrebbe rivelarsi controversa dato che, per volere dell’etichetta, in seguito alla morte di Amy Winehouse tutti i demo precedenti all’uscitae degli album sono stati distrutti, al fine di evitare lavori postumi o il rilascio di registrazioni lasciate a metà. Rimane interessante, ascoltando My Own Way, pensare a quanto la voce di Amy sia maturata dai tempi della demo fino all’esplosione mondiale con Back To Black.

Cang, infatti, ha aggiunto come il suo desiderio sia dare la possibilità ai fan di avere una testimonianza che racconti dell’inizio di una carriera diventata, forse suo malgrado, iconica: «Ho questa canzone in testa da così tanto tempo, la scorsa settimana l’ho ritrovata nel mio archivio e ho immediatamente deciso di pubblicarla in modo che anche le altre persone potessero sentirla».

Leggi anche