Home Musica News Musica

Adesso potete indossare il vostro odio per Morrissey

Le borse disegnate da Verity Longley – e con scritto 'Shut Up, Morrissey' – sono tornate di moda dopo l'ennesima intervista infuocata della voce degli Smiths

Morrissey è tornato a far parlare di sé dopo un’intervista in cui ha accusato il sindaco di Londra – Sadiq Khan – di “non saper parlare correttamente”. La stessa in cui ha spiegato che Hitler era di sinistra, e che non ascolta più i brani della sua band.

Come spesso succede con l’ex voce degli Smiths, le dichiarazioni hanno dato seguito a un’infinità di polemiche, tweet e litigate di ogni genere. Ormai ci siamo abituati, è vero, ma c’è chi è riuscito a trasformare l’odio in qualcosa di diverso, cioè una linea di shopper bag: si tratta di Verity Longley, una 32enne di Manchester che ha disegnato una borsa con su scritto “Shut up, Morrissey”. L’idea le è venuta tempo fa, quando un concerto di un festival era talmente rumoroso da passare attraverso i vetri della sua finestra.

Ora, dopo le dichiarazioni su Hitler e il sindaco di Londra, le borse sono tornate in produzione. «Io e i miei amici diciamo spesso quella frase, è divertente. E poi è vero che Morrissey dovrebbe star zitto», ha detto Longley alla BBC. «Ogni volta che rilascia un’intervista qualcuno mi scrive per farsi fare una borsa. Ho ricevuto più di 500 ordini in 48 ore». Il ricavato è stato devoluto al fondo d’emergenza per le vittime dell’attentato di Manchester. Potete acquistarne una cliccando qui.

Leggi anche