Home Musica News Musica

Adam Yauch dei Beastie Boys ricordato dai suoi amici

MCA è morto il 4 maggio 2012 a soli 47 anni, ecco il racconto di chi lo conosceva bene e lavorava con lui

HELLOMOTOIDEN

Adam “MCA” Yauch, uno dei fondatori dei Beastie Boys, la band che ha trasformato l’hip-hop negli anni ’80, è morto esattamente 5 anni fa: il 4 maggio 2012. Aveva 47 anni. «Yauch era il leader spirituale del gruppo», ha detto Questlove dell’amico scomparso per colpa del cancro.

La diagnosi di tumore alle ghiandole salivari arrivò nel 2009. Nonostante un’operazione chirurgica, però, il cancro si è diffuso in tutto il corpo, rendendo vana la chemioterapia e anche i trattamenti più sperimentali. È stato ricoverato al Presbyterian Hospital di New York, dove è morto circondato dalla sua famiglia, dalla moglie Dechen e dalla figlia Tenzin Losel, all’epoca 13enne.

Yauch era il membro più anziano dei Beasties e la sua voce rauca era uno dei marchi di fabbrica del gruppo. Interpretando il suo alter-ego Nathanial Hornblower, inoltre, ha girato molti dei loro videoclip più iconici. A partire dal 1996 ha organizzato i Tibetan Freedom Concerts: voleva trasmettere la sua passione politica alla generazione del Lollapalooza.

La notizia della sua morte ha scioccato il mondo della musica. Chuck D dei Public Enemy – che ha introdotto i Beastie Boys nella Rock and Roll Hall of Fame -, ha dichiarato: «Ho gli occhi pieni di lacrime». Eminem ha detto: «Yauch ha portato molta positività nel mondo».

Darryl McDaniels dei Run-DMC ha incontrato per la prima volta i Beasties negli anni ’80 grazie a Rick Rubin. «Adam era una delle 10 voci più importanti dell’hip-hop», ha detto DMC. «Lui ti faceva pensare: ecco, questi fanno sul serio. Adesso capisco cosa ha provato la gente quando sono morti Jimi, Janis ed Elvis».

Nato a Brooklyn nel 1964, Yauch era figlio di un architetto, Noel, e della preside di una scuola, Frances. Ha imparato a suonare il basso da adolescente e ha fondato i Beastie Boys con alcuni dei suoi amici d’infanzia: Mike Diamond (Mike D) e Adam Horovitz (Ad-Rock). All’inizio suonavano hardcore, ma l’hip-hop, nella New York degli anni ’80, era impossibile da evitare. Dopo aver conosciuto Rick Rubin, il gruppo ha fatto la storia della musica con Licensed to Ill – il primo disco rap a scalare le classifiche e a vendere 9 milioni di copie.

La società occidentale ci insegna che se hai abbastanza soldi e fai sesso con persone attraenti allora sarai felice. Bene, è una falsità

Inizialmente Yauch incarnava l’anima più alcolica del gruppo. Dopo la morte per overdose del suo vecchio amico Dave Scilken, però, ha iniziato a cercare qualcosa di più profondo. Il suo è stato un viaggio spirituale che l’ha portato ad abbracciare il Buddismo. «La società occidentale ci insegna che se hai abbastanza soldi e fai sesso con persone attraenti allora sarai felice. Bene, è una falsità», ha detto a Rolling Stone nel 1998.

Nel 1994 ha lanciato il Milarepa Fund con cui ha prodotto i Tibetan Freedom Concerts. In brani come Sure Shot si è scagliato contro il sessismo, poi contro la guerra in Afghanistan e Iraq. «Non è diventato buddista per alienarsi dalla sua famiglia e dai suoi amici. Durante i concerti per il Tibet era scatenato, poi nel backstage tornava molto quieto. Era sempre Adam Yauch», ha detto DMC.

Yauch ha giocato un ruolo fondamentale nella costruzione dell’immaginario estetico del gruppo, soprattutto grazie ai videoclip che ha diretto: So What’cha Want e Body Movin’ su tutti. Nel 2008 ha fondato la compagnia di produzione e distribuzione Oscilloscope Pictures, e ha collaborato con registi come Spike Jonze. «Adam era uno dei pochi a credere nel cinema indipendente», ha detto Woody Harrelson, che ha ricevuto una nomination all’Oscar grazie a The Messenger, prodotto proprio da Oscilloscope.

Dopo la sua malattia del 2009 i Beaties non hanno più fatto un tour. «Ho provato a contattarlo per fare un altro Lollapalooza», ha detto il suo amico Perry Farrell. «Le sue risposte erano sempre tristi: “Stiamo lasciando il nostro studio, puoi usarlo” e cose del genere. Dopo un po’ ho smesso di avere sue notizie».

Yauch è stato inserito nella Hall of Fame poche settimane prima di morire, una coincidenza agrodolce. Mike D, nel backstage, ha detto: «Se potessimo scambiare qualcosa per questo premio beh… ovviamente sarebbe avere Adam qui con noi. La cosa più bella che abbiamo è proprio la nostra amicizia».

Leggi anche