Home Musica News Musica

87 eventi in 9 giorni: non è fantascienza, è l’Olanda

È un test del governo. Dal 22 al 30 aprile 11 mila persone assisteranno a eventi culturali e performance. A metà maggio 3500 spettatori a sera saranno presenti all’Eurovision Song Contest di Rotterdam

Foto: Pien Muller/Unsplash

Dal 22 al 30 aprile 11 mila persone parteciperanno a 87 eventi che avranno luogo in vari locali olandesi con platea a capacità ridotta, tra cui il celebre Paradiso di Amsterdam. È un test del governo olandese per la verifica della sicurezza degli eventi culturali in tempi di Covid, riporta IQ.

Sul sito ufficiale è possibile consultare il calendario con la categoria dell’evento –  si va dall’apertura dei musei agli spettacoli teatrali ai concerti pop – e il luogo in cui si terrà, non ancora i nomi dei performer.

Per accedere agli eventi, i partecipanti dovranno presentare un test negativo o una certificazione di vaccinazione. All’interno delle venue, gli spettatori dovranno mantenere la distanza minima di un metro e mezzo l’uno dall’altro.

«Nel caso i test diano risultati incoraggianti, li si potrà replicare su larga scala», spiega Ingrid van Engelshoven, ministra per l’educazione, la cultura e la scienza. «Partire è importante specialmente per chi da tempo non è nelle condizioni di ricevere un pubblico. Monumenti, musei, teatri e venue musicali possono ora aprire le porte con cautela».

Sempre in Olanda, tra il 18 e il 22 maggio si terrà l’Eurovision Song Contest a cui parteciperanno i Måneskin con Zitti e buoni. L’evento verrà ospitato dalla Rotterdam Ahoy Arena in presenza del pubblico. Si stima che saranno presenti circa 3500 spettatori al giorno a fronte della capacità dell’arena di quasi 16.500 persone.

In Italia si è cominciato a parlare di tre concerti test da tenere fra maggio e giugno e di un protocollo che permetterebbe di partire in sicurezza. Finora però non c’è nulla di concreto.