Home Musica News Musica

20 anni di ‘Spiceworld’, la consacrazione delle Spice Girls

In occasione del ventennale del loro album più celebre, torniamo indietro nel tempo, nell’iconico universo pop delle ragazze che segnarono una generazione

Le Spice Girls nel 1997, foto press

“Hold tight!”, un grido, una leggenda! Le generazioni nate a cavallo tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta hanno cantato e ballato Spiceworld, il secondo iconico album delle Spice Girls. Pubblicato il 3 novembre del 1997 l’erede di Spice, elevando Geri Halliwell, Victoria Adams, Emma Bunton, Melanie Brown e Melanie Chisholm nell’immaginario pop, ha inaugurato la Spice Mania. Un’era che, tra hit irresistibili, videoclip ambiziosi, scult cinematografici e tour leggendari, ha ridefinito il girl power con oltre venti milioni di copie vendute worldwide.

Dalla frizzante Spice Up Your Life alla malinconica Viva Forever, le dieci tracce di Spiceworld hanno dominato l’entertainment mondiale con una miscela di ironia e provocazione. Un cult musicale che, pubblicato a un anno di distanza da Wannabe, ha consacrato le Spice Girls la girl band dei record.

La copertina di ‘Spiceworld’

Le hit di successo

L’intramontabile Spice Up Your Life introduce Spiceworld con un cocktail di ritmi latini e sfumature pop. Una hit uptempo che, scritta dalle Spice Girls in collaborazione con Matt Rowe e Richard Stannard, anticipa Too Much, la ballad di Paul Wilson e Andy Watkins composta da influenze R&B e vocalizzi Doo-wop.
Due hit seguite dalla frizzante Stop che, ancora oggi, conquista i fan con il refrain più catchy di Spiceworld. L’ultimo singolo pubblicato è la ballad Viva Forever che, attraverso una vibrante sonorità latina, segna la rinascita artistica delle Spice Girls.

I brani minori
Spice Up Your Life, Too Much, Stop e Viva Forever sono i quattro singoli estratti da Spiceworld. Un classico musicale che, tra le canzoni più amate, regala hit meno note e altrettanto irresistibili. Caratterizzata da un sapore anni Novanta, Saturday Night Divas riflette l’anima pop delle Spice Girls. La girl band che, senza eccessi e provocazioni, si accattiva il pubblico con la graffiante Move Over, la colonna sonora degli spot Pepsi che anticipa la frizzante Do It, l’emozionante Denying e la classica The Lady Is a Vamp. Un cocktail di generi che eleva le Spice Girls tra le leggende della musica pop.

I videoclip iconici

L’ambizioso videoclip di Spice Up Your Life apre l’era Spiceworld. Diretto da Marcus Nispel e ispirato al look futuristico di Blade Runner, Spice Up Your Life vede le cinque popstar esibirsi su una navicella spaziale tra schermi al neon che riflettono i successi dell’era Spice. Un trionfo di immaginazione che, esaltato da un’anima dark, si contrappone a Too Much, il videoclip dove Ginger, Posh, Scary, Sporty e Baby reinterpretano (tra le sequenze di Spice Girls – Il film) le icone di Casablanca, Batman – Il ritorno, Mad Max, L’anno del dragone e Poltergeist.

Meno complesso e altrettanto divertente, Stop vede le cinque popstar dividersi tra buffe coreografie e improbabili concerti in pub inglesi. Un’ironia travolgente in antitesi con la poetica malinconia di Viva Forever, l’ultimo videoclip pubblicato durante l’era Spiceworld. Girato dopo l’addio di Geri Halliwell, Viva Forever è una struggente metafora del sentimento che ci lega a chi non c’è più. Un cult che, tra Cubi di Rubik e Spice Girls in stop-motion, chiude l’era Spiceworld con un brivido di poesia.

Lo scult cinematografico

Il 26 dicembre 1997 ha debuttato nei cinema inglesi il primo e ultimo film che ha visto riunite sul grande schermo Geri Halliwell, Victoria Adams, Emma Bunton, Melanie Brown e Melanie Chisholm. Diretto da Bob Spiers, Spice Girls – Il film vede le Spice Girls attraversare l’Europa tra concerti al Royal Albert Hall, Spice Bus e invasioni aliene. Uno scult che, incassati cento milioni di dollari worldwide, ha ridefinito il successo cinematografico delle Spice Girls tra camei d’eccezione (Elvis Costello, Bob Hoskins, Elton John, Hugh Laurie e Meat Loaf) e humour british.

Il tour mondiale

Tra il 24 febbraio e il 20 settembre del 1998 lo Spiceworld Tour, registrando in novantasette tappe oltre un milione e mezzo di spettatori, ha ribattezzato le Spice Girls la girl band dei record. Una Spice Mania che ha accompagnato i successivi Christmas in Spiceworld e il The Return of the Spice Girls, due tour che non hanno ricreato la magia dell’era Spiceworld. A due decadi di distanza dall’ultimo cult musicale, Ginger, Posh, Scary, Sporty e Baby proseguono le rispettive carriere tra moda e televisione. Un successo solista che trascende il ricordo della girl band nelle dieci iconiche tracce di Spiceworld. L’album che, oggi come venti anni fa, consacra l’immortale universo pop delle Spice Girls.

Leggi anche