New Music Friday, le scelte di Rolling – 9 luglio 2021 | Rolling Stone Italia
Home Musica

New Music Friday, le scelte di Rolling – 9 luglio 2021

L'inno alla felicità firmato La Rappresentante di Lista, la gioia per il ritorno alla musica live di Chilly Gonzales, il duetto fra Natalie Bergman e Beck, l'album di Vince Staples e le altre uscite da non perdere

La Rappresentante di Lista

Foto: Manuela di Pisa

“NDA” Billie Eilish

“C’è un stalker che cammina su e giù per la strada, dice di essere Satana e che vuole incontrarmi”. Nel quinto estratto dal nuovo album Happier Than Ever, Billie Eilish canta la sua vita da superstar che superstar non vorrebbe essere. NDA sta per Non Disclosure Agreement, l’impegno di riservatezza che le persone che circondano le star spesso devono firmare impegnandosi a non divulgare notizie riservate.

“Vince Staples” Vince Staples

A tre anni da FM!, Vince Staples torna con un disco iper concentrato (10 pezzi in appena 22 minuti) che parla della sua infanzia a Long Beach e di come convive col passato. «Fino a ora pensavo di fare musica descrittiva, ma forse ero troppo criptico», ha detto. «Questo album riempie un vuoto nella mia discografia, dice tante cose di me che fino a oggi non sapeva nessuno».

“You’ve Got a Woman” Natalie Bergman & Beck

Chi l’avrebbe pensato che le loro voci sarebbero state tanto bene assieme? La cantante di Dio e il cantore dello spazio e dell’immaginazione uniscono le cover per la cover di un pezzo del 1975 del duo olandese Lion, un pezzo caldo e semi-acustico sulle semplici gioie della vita in coppia.

“Exit Wounds” The Wallflowers

Jakob Dylan (sì, figlio di) torna con un disco prodotto da Butch Walker che più classico non potrebbe essere, una carezza elettro-acustica per gente provata da tempi difficili. «Nessuno è quello che era quattro anni fa. E non lo dico in modo negativo. Significa che ovunque tu sia diretto, anche se è un posto migliore, ti lasci dietro persone e cose, e continui pensarci e le porti con te. Questi sono i fori d’uscita» a cui fa riferimento il titolo. I cori femminili sono di Shelby Lynne.

“Polaris” Damon Albarn

Pezzo scritto pensando «a una stella che possa guidare tutti coloro le cui vite sono stravolte, soprattutto nell’ultimo anno», è il secondo estratto dall’album solista The Nearer The Fountain, More Pure The Stream Flows che uscirà in novembre e che esplorerà temi come fragilità, perdita, nascita e rinascita.

“Reach Out / Olympus” Sufjan Stevens & Angelo De Augustine

Chi è stato spiazzato dal suono elettronico di The Ascension troverà conforto in queste due canzoni di Sufjan Stevens con Angelo De Augustine, antipasto dell’album A Beginner’s Mind che i due pubblicheranno il 24 settembre.

“Gloria” Angel Olsen

Sì, è Gloria, quella di Umberto Tozzi che Laura Branigan ha portato al successo nel mercato anglofono. Angel Olsen l’ha stravolta in una versione che finirà nell’EP di cover anni ’80 Aisles unitamente a Eyes Without a Face (Billy Idol), Safety Dance (Men Without Hats), If You Leave (OMD), Forever Young (Alphaville).

“Spin It Faster” Ben Harper & Ziggy Marley

Non è la prima collaborazione fra i due. Ben Harper era ad esempio ospite dell’ultimo album di Ziggy Marley More Family Time. Questa volta però a fare quasi tutto (scrittura, produzione, arrangiamenti, esecuzione) è Harper. Il pezzo inizia con l’invito a un dj a mettere su la musica, finisce con l’evocare la religione: “Reverendo, prete, predicatore, pastore, fatelo girare più velocemente”.

“Go Away” Omar Apollo

Synth pop malinconico nel nuovo singolo di Omar Apollo, giovane cantautore (ha solo 23 anni) al lavoro sul suo prossimo album. Prima di Go Away l’abbiamo ascoltato in Apolonio, un progetto con collaborazioni di Kali Uchis e Ruel.

“Romeo” Jungle feat. Bas

Il ritorno del feel-good rap, quello che non fa brutto. L’album del gruppo inglese Loving in Stereo uscirà il 13 agosto e da quello che si è già sentito sarà perfetto per chi ama il suono funk e soul vintage. «Quando scriviamo musica ci mettiamo della speranza. E chissà, magari influenziamo qualcuno e il suo stato d’animo. È incredibile riuscire a creare qualcosa che fa sentire meglio la gente».

“Space Jam: A New Legacy” AA. VV.

Michael Jordan sta a LeBron James come Seal, Coolio, R Kelly, D’Angelo, Monica stanno a Lil Baby, 24kGldn, Chance the Rapper, John Legend, Brockhampton, ovvero una parte del cast della colonna sonora del sequel del film del 1996.

“Bad Habits (Acoustic Version)” Ed Sheeran

Bad Habits è il primo singolo del prossimo album di Ed Sheeran, il quinto. Il cantautore l’ha presentato con uno strano video dove interpreta un vampiro. Questa è la versione acustica, da ascoltare per chi preferisce le sue cose più essenziali.

“Motley Crew” Post Malone

Un brano che richiama nel titolo la band simbolo del glam metal, ma che non suona per niente come loro. Motley Crew, infatti, è in perfetto stile Posty, con i soliti beat acquosi e la voce super effettata. Il video è stato girato all’Auto Club Speedway ed è pieno di star delle gare Nascar. Fa un’apparizione anche Tommy Lee, il batterista dei Motley Crue.

“Real Life” Attaca Quartet

Da Haydn a questo mix avventuroso di musica contemporanea, elettronica e impatto rock ce ne passa, ma l’Attacca Quartet sa «stare nel presente senza rigettare le virtù del passato», come è stato scritto. Un esempio di crossover riuscito. Come disse Albarn Berg a Gershwin, «music is music».

“Music Is Back” Chilly Gonzales

La musica è tornata, proclama Chilly Gonzales col suo consueto tono a metà fra il serio e l’ironico. La canzone, che dà il titolo al tour 2021-2022 del musicista, è una celebrazione del ritorno della musica dal vivo. Frase chiave: “Music is back, not the crap on your Apple Mac”.

“Last Year Was Weird, Vol. 3” Tkay Maidza

È l’ultimo capitolo della trilogia di album della rapper australiana. «Abbiamo lavorato a questi dischi per anni nella speranza che potessero creare un mondo, un posto dove potevo essere chi sono davvero», ha detto Maidza. «Mi sembra che ci siamo riusciti, ma adesso mi sembra tutto più grande di quanto pensassimo all’inizio».

“Milano Soprano” Don Joe

Il nuovo album di Don Joe è una celebrazione di Milano, una città fondamentale per la sua carriera. Insieme al produttore ci sono rapper della vecchia scuola e il meglio della nuova scena: Emis Killa, Gué Pequeno, J-Ax, Jake La Furia, Marracash, Massimo Pericolo, Paky, Venerus e tanti altri.

“Vita” La Rappresentante di Lista

Il nuovo singolo del duo è una celebrazione della felicità. Il verso chiave “sei felice o sei complice” è preso da un poeta palermitano. «Nino Gennaro, poeta morto di AIDS nel 1995 a Palermo, gli ultimi anni della sua vita scriveva a mano dei quaderni e li regalava alle persone più care. Un po’ di tempo dopo, io avevo meno di 20 anni, ne trovai una copia in un cassetto di mia madre. Quelle poesie scritte a mano mi folgorarono. E questa frase iconica “O sei felice, o sei complice” per LRDL è diventata un vero è proprio slogan. Un motto. Una bandiera della felicità. La felicità è un atto profondo che può ribaltare il sistema».

“Squeeze #1” Anna

A pochi mesi da Fast, Anna torna con un nuovo singolo, un pezzo decisamente trap ancora una volta prodotto da Young Miles. Si intitola Squeeze #1 ed è sia un racconto della vita della rapper dopo il successo di Bando, sia una risposta ai suoi hater.

“Sud” Ketama126 & Niko Pandetta

“Fumo un cubano / come Fidel / Sistema africano / nuovo business” dice Ketama126 in Sud, il suo pezzo estivo. Insieme a lui c’è il rapper e cantante catanese Niko Pandetta. 


“Oceano / Vipera” Memento

«La cosa più bella di questo lavoro è l’incontro. Dall’inizio di questo viaggio ho conosciuto un sacco di personaggi magici», dice Memento dei suoi nuovi singoli. «Oceano è la paura di dormire da soli, Vipera è un serpente che fa la muta».

“Ruins” Mattia Cupelli

Un altro disco che parla del nostro rapporto con il passato. Questa volta però siamo a Roma, dove il compositore e produttore Mattia Cupelli ha scritto Ruins, un disco sospeso tra elettronica e neoclassica. Si ispira a Nils Frahm, Nicolas Jaar e David August.