Home Musica

New Music Friday, le scelte di Rolling – 4 ottobre 2019

I grandi ritorni di Nick Cave e Wilco, le novità Angel Olsen e Finneas e le uscite da non perdere secondo la redazione di Rolling Stone

Nick Cave

Foto: Kimberley Ross

Questo primo venerdì di ottobre ha tutta l’aria di essere l’inizio ufficiale della nuova stagione discografica. Innanzitutto i grandi ritorni: Nick Cave, con il doppio album dallo “spirito migratorio” Ghosteen; i Wilco, di nuovo insieme dopo la scampagnata solista (e letteraria) di Jeff Tweedy; Marco Fasolo con i suoi Jennifer Gentle, sopravvissuti della psichedelia italiana. Poi le novità: Angel Olsen, alla prova della maturità con il quarto album All Mirrors, e Finneas, il fratello maggiore e co-autore di tutte le canzoni di Billie Eilish, con il suo primo EP da solista. Infine i grandi nomi del pop internazionale e italiano, da Mika a Levante, e un nuovo singolo di Travis Scott. Se non sapete da che parte cominciare, qui sotto trovate le scelte della redazione di Rolling Stone.

Nick Cave & the Bad Seeds – Ghosteen

A tre anni di distanza da Skeleton Tree, traduzione in musica di quello che ha provato Nick Cave dopo la tragica morte del figlio Arthur, il cantautore e i Bad Seeds tornano con un doppio album, Ghosteen, annunciato a sorpresa tramite il blog The Red Hand Flies. Cave lo ha definito come un album “dallo spirito migratorio” in cui le canzoni della prima parte sono “i figli” e quelle della seconda “i padri”.

Wilco – Ode to Joy

Nei tre anni che separano Schmilco e Ode to Joy, l’undicesimo album in studio dei Wilco, Jeff Tweedy ha vissuto una vera e propria esplosione creativa. La scrittura dell’album solista WARM e, soprattutto, della bella biografia Let’s Go (So We Can Get Back) ha cambiato lo stile del frontman della band, “il nostro grande e beffardo poeta della consolazione”. Ode to Joy è stato presentato come una risposta all’attuale clima politico americano, e musicalmente la band sembra tornata sui territori di Sky Blue Sky.

Angel Olsen – All Mirrors

“Questo disco è stato scritto per riappropriarmi del mio lato oscuro, per imparare di nuovo ad amare, per credere al cambiamento anche quando ti senti un estraneo”, ha detto Angel Olsen del suo quarto album. All Mirrors, in realtà, è soprattutto l’occasione per fare il salto di qualità, liberarsi dai paragoni con PJ Harvey e consacrarsi nel panorama del pop alternativo. Ascoltando il primo singolo Lark, con un testo commovente e un arrangiamento orchestrale straordinario, sembra che ci sia riuscita.

Finneas – Blood Harmony

L’equilibrio perfetto tra canzoni pop e arrangiamenti postmoderni a base di trap ed elettronica di Billie Eilish è in parte merito del fratello 22enne Finneas, co-autore delle canzoni della sorella già dai tempi di Soundcoud e del successo a sorpresa della ballata Ocean Eyes. Blood Harmony, il primo EP da solista di Finneas, è l’occasione per capire quanto ci sia di suo nel successo della sorella.

Jennifer Gentle – Jennifer Gentle

A 12 anni di distanza da The Midnight Room, dei Jennifer Gentle è rimasto solo Marco Fasolo. Dopo una serie di collaborazioni da produttore (Bud Spencer Blues Explosion e Verdena) e musicista (con I Hate My Village), Fasolo ha passato due anni in studio per rifinire nei minimi dettagli il nuovo album di una delle band più importanti della scena psichedelica italiana. Gli ingredienti, come avete ascoltato nella nostra anteprima, sono quelli giusti: ritmi funk, surf rock, psichedelia, elettronica dark. Staremo a vedere se sarà un nuovo inizio.

Le altre uscite:

Internazionali

The Darkness – Easter Is Cancelled
Mika – My Name Is Michael Holbrook
The Avett Brothers – Closer Than Together
Carla Dal Forno – Look Up Sharp
Penguin Cafe – Handfuls of Night
Imani Coppola – The Protagonist
Joshua Radin – Here, Right Now
Portico Quartet – Memory Streams
Boris – LφVE & EVφL
Julie’s Haircut – In The Silence Electric
Danny Brown – uknowhatimsayin¿
DIIV – Deceiver
North Mississippi Allstars – Up and Rolling
Lightning Dust – Spectre
City and Colour – A Pill For Loneliness
Travis Scott – Highest in the Room (singolo)
Kurt Vile – Baby’s Arms (feat. The Sadies) (singolo)
Bruce Springsteen – Sundown (Film Version) (singolo)
Sufjan Stevens, Timo Andres – IV (singolo)
The Who – All This Music Must Fade (singolo)
Camila Cabello – Cry for Me (singolo)
Elbow – White Noise White Heat (singolo)
Simple Minds – For One Night Only (singolo)
Niall Hoiran – Nice to Meet Ya (singolo)
Gucci Mane – Big Booty (feat Megan Thee Stallion) (singolo)
Dan + Shay, Justin Bieber – 10000 Hours (singolo)
Anna Meredith – Inhale Exhale (singolo)

Italiane

Lazza – Re Mida (Aurum)
Lazza – Re Mida (Piano Solo)
Levante – Magmamemoria
Renato Zero – Zero il folle
Frah Quintale – Farmacia (singolo)
Marco Mengoni – Duemila volte (singolo)
Dente – Adieu (singolo)
Zucchero – Freedom (singolo)
The Kolors – Los Angeles (feat Guè Pequeno) (singolo)
Chadia Rodriguez – Mangiauomini (singolo)
Wrongonyou – Solo noi due (singolo)
Young Signorino – Burrocacao Rosa (singolo)

Leggi anche