Home Musica

New Music Friday, le scelte di Rolling – 4 dicembre 2020

I progetti del lockdown di Giorgio Canali e Nick Cave, l’EP dei Melancholia, i live di Arctic Monkeys e Sigur Rós: le uscite da non perdere secondo la redazione di Rolling Stone

Gli Arctic Monkeys alla Royal Albert Hall

Foto: Andy Paradise

Giorgio Canali sfoga in un doppio album incubi e riflessioni nate durante il lockdown. I Melancholia rispondono all’eliminazione da X Factor con un EP extralarge. Nayt cerca la sua strada nella scena rap romana con un concept particolare. Nick Cave scrive i testi per la musica di un compositore belga. Rico Nasty tira fuori l’artiglieria con un disco rap potente e senza compromessi.

È dicembre, inizia il periodo dei dischi di Natale e delle classifiche di fine anno, ma ci sono ancora tante novità interessanti da ascoltare. Cominciamo con gli artisti internazionali: gli Arctic Monkeys pubblicano un disco live per aiutare War Child UK, i Sigur Rós tornano con la versione musicale di un mito apocalittico della tradizione islandese, Trent Reznor e Atticus Ross scrivono la colonna sonora del nuovo film di David Fincher (Mank, ne abbiamo parlato qui). Poi i singoli: il rock dei Greta Van Fleet, la versione in francese di No Flag cantata da Elvis Costello e Iggy Pop, il remix di Blinding Lights di The Weeknd con Rosalía, il singolo di Robert Glasper con H.E.R. & Meshell Ndegeocello, le cover di Margo Price (Joni Mitchell) e Anohni (Gloria Gaynor). Se avete voglia di Natale, ascoltate Tori Amos, Poppy, ovviamente Mariah Carey, Nicole Atkins, Blackmore’s Night. 

Se preferite il Grinch, c’è il pezzo dei 100 gecs.

Per la musica italiana, ecco il progetto anni ’20 di Achille Lauro (ne parliamo qui), il concept sui colori primari di Nayt, il nuovo EP “generazionale” di Ariete, la raccolta degli Assalti Frontali, le nuove canzoni di Manitoba, Fulminacci, Wrongonyou.

Giorgio Canali & Rossofuoco – Venti

«A quanto pare avevo un sacco di cose da dire, perché davvero, non avrei mai pensato di arrivare a così tanti pezzi», ci ha detto Giorgio Canali di Venti, il nuovo album coi Rossofuoco. È un doppio disco rabbioso e malinconico, con brani che parlano al nostro presente e in cui Canali ha sfogato sogni e incubi personali raccolti negli ultimi mesi. L’intervista.

Nayt – Mood

Nayt, uno dei rapper più interessanti della nuova scena romana, si è fatto conoscere con una trilogia di mixtape in cui ha sfoggiato una buona tecnica e grande espressività melodica. Il suo “vero esordio” Mood, però, si presenta come qualcosa di molto diverso: un concept basato su due colori primari, scelti per rappresentare la rabbia e l’introspezione. Ce l’ha raccontato qui.

Melancholia – What Are You Afraid Of?

È passata poco più di una settimana dalla controversa eliminazione da X Factor, ma i Melancholia si sono subito dati da fare. What Are You Afraid Of? è un EP ricco (nove brani, di cui sette inediti anche per chi segue il talent di Sky), che mette in mostra tutte le caratteristiche del gruppo: la voce potente e sofferta di Benedetta, i bassi profondi e sintetici, gli arrangiamenti raffinati, l’approccio libero a tanti generi diversi, dark pop e rock, elettronica, persino rap. L’intervista.

Nick Cave & Nicholas Lens – L.I.T.A.N.I.E.S

Taylor Swift ha sperimentato con l’indie acustico ed essenziale di Folklore, Paul McCartney si è rifugiato in studio e suonato ogni nota di McCartney III, e ora anche Nick Cave è arrivato con la sua «lockdown opera». Il cantautore ha firmato i testi per le musiche del compositore belga Nicholas Lens, una serie di litanie religiose eteree e minimali. «Ho capito di aver scritto litanie per tutta la vita», ha detto.

Arctic Monkeys – Royal Albert Hall

Il tour di Tranquility Base Hotel + Casino è stato un bel banco di prova per gli Arctic Monkeys, che hanno dovuto far convivere le atmosfere fantascientifiche dell’ultimo album con quelle dei precedenti. È stato un successo, come dimostra il live album registrato alla Royal Albert Hall. Come è già successo con i biglietti del concerto, anche i proventi del disco verranno destinati a War Child UK un’associazione che aiuta i bambini che hanno vissuto traumi legati agli orrori della guerra.

Rico Nasty – Nightmare Vacation

rico-nasty-nightmare

Il disco di Rico Nasty ha il titolo perfetto per lo strano Natale del 2020: Nightmare Vacation. È un disco potente, che va subito al dunque e ai compromessi pop preferisce un mix di hip hop, EDM e rock. Qualcuno l’ha definito “super trap agli steroidi”. La rapper, invece, dice di «scrivere musica per le stronze tristi che vogliono spaccare il culo a tutti».

Le altre uscite

Internazionali

Sigur Rós – Odin’s Raven Magic
Trent Reznor & Atticus Ross – Mank
Calexico – Seasonal Shift
Nils Frahm – Tripping with Nils Frahm
Laura Marling – The Lockdown Sessions
Yungblud – Weird!
Caro – Burrows
Sylvan Esso – With Love
The Hamrahlið Choir – Come and Be Joyful
Tori Amos – Christmastide
Poppy – A Very Poppy Christmas
Blackmore’s Night – Here We Are A-Caroling
Mystery Jets – Home Protests
Oscar Lang – Antidote to Being Bored
The Postal Service – Everything Will Change
Kelly Jones – Don’t Let the Devil Take Another Day
Alex Maas – Luca
Son Lux – Tomorrows II
Kelly Moran & Prurient – Chain Reaction at Dusk
River into Lake – The Crossing
Chilly Gonzales – A Very Chilly Mixtape
Greta Van Fleet – Age of Machine (singolo)
Elvis Costello, Iggy Pop – No Flag (en français) (singolo)
The Weeknd – Blinding Light (Remix with Rosalía) (singolo)
Run the Jewels – The Ground Below (feat. Royal Blood) (singolo)
Mariah Carey – Oh Santa! (feat. Ariana Grande & Jennifer Hudson) (singolo)
Nicole Atkins – Every Single Christmas (singolo)
Finneas – Another Year (singolo)
100 gecs – Sympathy 4 the Grinch (singolo)
The Cribs – Christmas (All Year Long) (singolo)
U.S. Girls – Santa Stay Home (singolo)
Margo Price – River (singolo)
The Staves – Satisfied (singolo)
Jack Johnson – The Captain Is Drunk (singolo)
Devendra Banhart – Franklin’s Tower (singolo)
Muzz – Nobody Wants a Broken Heart (singolo)
Anohni – I Will Survive (singolo)
Billie Callahan & Bonnie “Prince” Billy – Our Anniversary (feat. Dead Rider) (singolo)
Steven Wilson – 12 Things I Forgot (singolo)
Mick Fleetwood & Friends – The Green Manalishi (singolo)
The Hold Steady – Family Farm (singolo)
Jenny Lewis & Serengeti – Unblue (singolo)
Madison McFerrin – Hindsight (singolo)
Robert Glasper – Better Than I Imagined (feat. H.E.R. & Meshell Ndegeocello) (singolo)
Femi Kuti – Pà Pá Pà (singolo)
24kGoldn – Coco (feat. DaBaby)
Chance the Rapper – Are U Live (singolo)
Lil Wayne – B.B. King Freestyle (feat. Drake) (singolo)
Lil Baby – Errbody (singolo)
Juice WRLD – Real Shit (feat. Benny Blanco) (singolo)
Texas, Wu-Tang Clan – Hi (singolo)
Britney Spears – Swimming in the Stars (singolo)
Manu Chao, Chalart58 – Pokito de mí (singolo)
Deftones – Teenager (Robert Smith Remix)
Shame – Snow Day (singolo)
Sleaford Mods – I Don’t Rate You (singolo)
Evanescence – Yeah Right (singolo)
PJ Harvey – Angelene (Demo) (singolo)
Neal Casal – Everything Is Moving / Green Moon (singolo)
Westerman – Your Hero Is Not Dead (Unaccompanied) (singolo)

Italiane

Achille Lauro – 1920
Artisti Vari – Her Dem Amade Me
Ariete – 18 anni
Kublai – Kublai
Charlie Risso – Tornado
Dargen D’Amico – Bir Tawil
Assalti Frontali – 1990-2020
Godblesscomputers – The Island
Gregorio Sanchez – Dall’altra parte del mondo
Peppe Socks – Stella del Sud
Jangy Leeon – Full Moon Confusion
Fulminacci – Un fatto tuo personale (singolo)
Manitoba – Stare bene (singolo)
Ciliari – Nebbia (singolo)
Tersø – Aurelia (singolo)
Albrt – Lift Me Up (singolo)
Wrongonyou – Lezioni di volo (singolo)
Black – Come fai tu (singolo)
Aurora – Bomba (singolo)
Marco Castello – Dopamina (singolo)

Altre notizie su:  Giorgio Canali Melancholia Nayt