Home Musica

New Music Friday, le scelte di Rolling – 20 novembre 2020

Lana Del Rey torna ai classici, Neil Young svela i segreti del periodo di ‘Harvest’, Eddie Vedder canta per i "bambini farfalla": le uscite da non perdere secondo la redazione di Rolling Stone

Lana Del Rey Summertime

Lana Del Rey

Foto: Astrid Stawiarz/Getty Images for H&M

Lana Del Rey rifà un classico di George e Ira Gerswhin, Nick Cave ci ricorda quant’è stato emozionante il suo concerto in solitaria (e pubblica un altro pezzo dal progetto con Nicholas Lens), Eddie Vedder canta per la ricerca su una malattia ereditaria, Neil Young svela i segreti del periodo più importante della sua carriera. Anche oggi torniamo a consigliarvi le uscite più interessanti della settimana. Si parte come sempre dagli artisti internazionali, con l’EP “segreto” del gruppo-parallelo dei Green Day (i Network), il live dei War On Drugs, la doppia uscita dei King Gizzard & The Lizard Wizard (un disco dal vivo e uno in studio).

Ci sono anche le canzoni di Miley Cyrus (in collaborazione con Dua Lipa), LP (qui la nostra intervista), James Blake, Tierra Whack, Mammoth WVS (il progetto del figlio di Eddie Van Halen) e quella del produttore Jack Antonoff, col progetto Bleachers, in collaborazione con Bruce Springsteen.

Per quanto riguarda la musica italiana, si parte da Famoso di Sfera Ebbasta. E poi, il nuovo singolo di Iosonouncane, il secondo “brano pandemico” di Frankie hi-nrg mc, l’esordio di Voodoo Kid (l’intervista), gli inediti di Mina, la coppia formata da Memento & Rodrigo D’Erasmo (ce l’hanno raccontato qui).

Lana Del Rey – Summertime The Gershwin Version

Il classico di George & Ira Gershwin e DuBose Heyward è stato cantato infinite volte. Ci sono interpretazioni imbattibili, tipo quelle di Billie Holiday e Sarah Vaughan. E difatti c’è già chi sta criticando Lana Del Rey: non c’era bisogno di una nuova versione, non è roba tua, anche meno, le ragazze bianche non la dovrebbero cantare (certo, e Gershwin non avrebbe dovuto scriverla in quanto appropriazione culturale, essendo questo un gospel scritto da un bianco nato in una famiglia di ebrei russi). E però Summertime è dentro il perimetro di influenze della cantante e questa lettura con coro di voci nere, accompagnamento di chitarra elettrica, fiati, organo Hammond e pianoforte è aderente alla poetica messa a punto da Born to Die in poi. La cover serve anche a supportare le orchestre filarmoniche di New York e Los Angeles.

Nick Cave – Idiot Prayer

Una cosa è vedere Nick Cave che canta da solo al pianoforte dal vivo, lì davanti a te: pazzesco, come sa chi ha vissuto l’esperienza. Un’altra cosa è vederlo in streaming. E poi, una cosa è vedere la sua performance in streaming dallo schermo di un computer, ma vederla per lo meno, e un’altra cosa è ascoltare la registrazione audio. In altre parole: l’effetto prodotto da Idiot Prayer, versione solo audio del finto livestreaming di quattro mesi fa (finto perché era registrato e non in diretta), è depotenziato. Ma è comunque un disco che gli amanti di Cave dovrebbero sentire, magari non tutte e 22 le tracce una dopo l’altra e sicuramente senza farsi distrarre da altro: solo così è possibile apprezzare queste specie di preghiere per voce e pianoforte.

Eddie Vedder – Matter of Time

Ieri, in occasione dell’evento digitale Venture Into Cures organizzato a favore della ricerca di una cura contro l’epidermolisi bollosa – la cosiddetta “sindrome dei bambini farfalla” –, Eddie Vedder ha eseguito due brani, Matter of Time e Say Hi. Il primo è un inedito, con i cori di Glen Hansard, cantautore premio Oscar per Falling Slowly e vecchio amico del frontman dei Pearl Jam: è una ballata essenziale per pianoforte e voce. Say Hi, invece, è stata scritta per Eli Meyer, un bambino di 6 anni affetto dalla sindrome. 

Neil Young – Archives Vol. II (1972-1976)

Neil Young - Archives Volume II (1972-1976)

Dopo anni di attesa, oggi esce finalmente (sul sito dell’artista, mentre la versione retail arriverà in marzo) Archives Vol. II (1972-1976), la nuova raccolta di Neil Young, questa volta dedicata a quello che molti considerano come il periodo migliore della sua carriera: si va dall’autunno del 1972 al concerto con i Crazy Horse a Tokyo del marzo 1976, l’epoca di HarvestTonight’s the Night. All’interno del box set ci sono dieci dischi – tra cui l’album perduto Homegrown e i live, già pubblicati, Tuscaloosa e Roxy: Tonight’s the Night Live – che contengono 63 inediti, versioni alternative e dal vivo di brani già pubblicati e chicche di ogni genere, tra cui una splendida versione di Raised on Robbery in duetto con Joni Mitchell.

Sfera Ebbasta – Famoso

Sfera Ebbasta - Famoso

Diplo, Future, J Balvin, Steve Aoki (ma anche Marra e Guè) sono solo alcuni dei feat del disco con cui Sfera cerca di portare a compimento la sua pazza idea: portare il rap italiano negli Stati Uniti. È una scommessa che parte con questo album che ha raccontato in esclusiva sul numero speciale monografico di Rolling Stone che trovate in edicola. «Arrivati a un certo livello puoi decidere di sederti e accontentare i tuoi fan – che comunque non si sentiranno mai come se tu gli stessi levando qualcosa – oppure li puoi educare a pensare che c’è sempre qualcosa di più, c’è sempre la canzone più figa o il featuring più grosso», ci ha raccontato Sfera.

Iosonouncane – Novembre

Iosonouncane - Novembre

A cinque anni dal successo di DIE, Iosonouncane è finalmente tornato con un inedito, in attesa del nuovo album IRA. Si intitola Novembre, inaugura la “nuova” etichetta Numero Uno, ed è un valzer spettrale, cinematografico e barocco, una ballata misteriosa e austera che fa venire in mente il pop italiano degli anni ’60. Non è un caso, infatti, che il brano esca insieme a una cover di Luigi Tenco, Vedrai, vedrai. Ne abbiamo parlato qui.

Frankie hi-nrg mc – Nuvole

Frankie hi-nrg mc - Nuvole

Nuvole, il nuovo singolo di Frankie hi-nrg mc, chiude il cerchio aperto con l’anti-tormentone Estate 2020. Insieme, i due brani sono una sorta di ritratto del rapper durante la pandemia. In questo caso siamo di fronte a un pezzo scuro, scarno, essenziale. «Ha un carattere riflessivo, decisamente autunnale», ci ha detto Frankie nella nostra intervista. «Parla di depressione, di essere concentrati sulle nuvole che ci sono dentro di sé, mentre fuori c’è un buio che splende e che è ignoto, ma inderogabile».

Le altre uscite

Internazionali

Dirty Projectors – 5EPS
Phoebe Bridgers – Copycat Killer
The War On Drugs – Live Drugs
King Gizzard & the Lizard Wizard – K.G.
King Gizzard & the Lizard Wizard – Live in San Francisco ’16
Badge Époque Ensemble – Self Help
The Cribs – Night Network
The Network – Trans Am 
Shawn Mendes, Justin Bieber – Monster
Charles Webster – Decision Time
Grandaddy – The Sophtware Slump… On a Wooden Piano
Cabaret Voltaire – Shadow of Fear
John Fogerty – Fogerty’s Factory (Expanded)
DaBaby – My Brother’s Keeper (Long Live G)
Kali Uchis – Sin miedo (Del amor y otros demonios)
Powfu – Some Boring Love Stories Pt 5
Shygirl – Alias
BTS – BE
Megan Thee Stallion – Good News
PVA – Toner
Babeheaven – Home for Now
Jamie Cullum – Pianoman at Christmas
Lissie – Thanks You to the Flowers
AA. VV. – Southeast of Saturn
Jimi Hendrix – Live in Maui
Penny Rimbaud – Arthur Rimbaud in Verdun
Miley Cyrus – Prisoner (feat. Dua Lipa) (singolo)
Bleachers – Chinatown (feat. Bruce Springsteen) (singolo)
Shame – Water in the Well (singolo)
LP – How Low Can You Go (singolo)
James Blake – The First Time Ever I Saw Your Face (singolo)
Smashing Pumpkins – Purple Blood / Dulcet in E (singoli)
Ani DiFranco – Revolutionary Love (singolo)
Tierra Whack – Feel Good / Peppers and Onions (singoli)
Petite Meller – Dying Out of Love (singolo)
Samia, Anjimile – Waverly (singolo)
Empress Of – Broken (singolo)
Sam Smith – The Lighthouse Keeper (singolo)
Son Lux – Prophecy (singolo)
Martin Gore – Mandrill (singolo)
Mammoth WVH – Distance (singolo)
Slowthai – Nhs (singolo)
Paul Heaton, Jacqui Abbott – Christmas (And Dad Wants Her Back) (singolo)
Robbie Williams – Can’t Stop Christmas (singolo)
Sia – Hey Boy (singolo)
Black Coffee – 10 Missed Calls (feat. Pharrell Williams & Jozzy) (singolo)
Djouher – So Blue (singolo)
Late Night Final – Thank You (singolo)
Miranda Lambert – Champion (singolo)
Steve Earle – Harlem River Blues (singolo)
Bill Callahan & Bonnie “Prince” Billy – Deacon Blues (feat. Bill MacKay) (singolo)
Julien Baker – A Dreamer’s Holiday (singolo)
Carm – Soft Night (singolo)
Macy Gray – Beautiful (singolo)
Marina – Man’s World (singolo)
Nicholas Lens, Nick Cave – Litany of Gathering Up (singolo)
Cloud Nothings – The Spirit Of (singolo)

Italiane

Voodoo Kid – Amor, Requiem
Edoardo Bennato – Non c’è
Uhuru Republic – Welcome to Uhuru Republic
Elephantides – Floating Tempo
Mina – Un tempo piccolo / Nel cielo dei bars (singoli)
Ligabue & Elisa – Volente o nolente (singolo)
Memento – Tu non lo sai (feat. Rodrigo D’Erasmo) (singolo)
Toru – Il tempo (feat. Lucio Leoni)
Braschi – Il cane e la mia ragazza (singolo)
Fusaro – Dormi serena (singolo)
Franek Windy – Kill Me! (singolo)
Lili – Parco giochi (singolo)