Home Musica

New Music Friday, le scelte di Rolling – 20 marzo 2020

Il ritorno di Morrissey, i nuovi album di The Weeknd e Colombre, il disco postumo di Hugh Masekela con Tony Allen: tutte le uscite da non perdere secondo la redazione di Rolling Stone


Foto: Nabil Elderkin

Mentre misure di quarantena vengono applicate in sempre più Paesi, le etichette discografiche riflettono se e quale musica abbia senso pubblicare in questo momento, eppure non mancano uscite da ascoltare. Innanzitutto gli internazionali, con il tredicesimo album solista di Morrissey, il disco postumo di Hugh Masekela con Tony Allen, il nuovo album di The Weeknd, l’ambient dei fratelli Eno e i nuovi singoli di Thundercat, Waxahatchee, Paul Weller, John Legend e Deep Purple. Per gli italiani, invece, il nuovo album di Colombre, il singolo di Liberato per il film di Francesco Lettieri (che vi abbiamo raccontato qui), due canzoni dei Coma_Cose e i dischi di Joan Thiele e Galeffi. Come sempre, qui sotto le scelte della redazione di Rolling Stone.

Tony Allen, Hugh Masekela – Rejoice

Prodotto da Nick Gold (Buena Vista Social Club), Rejoice è il primo disco postumo di Hugh Masekela, trombettista sudafricano scomparso nel 2018. Si tratta di una collaborazione con Tony Allen, un disco sospeso tra jazz e afrobeat che il batterista ha definito “una sorta di spezzatino swing-jazz sudafricano-nigeriano”. Nel disco suonano diversi musicisti della nuova scena londinese, come il tastierista degli Ezra Collective Joe Arnon-Jones e Mutale Chashi, bassista dei Kokoroko.

Morrissey – I Am Not a Dog On a Chain

Il tredicesimo album solista di Morrissey arriva dopo un’infinita serie di polemiche – compresa una recente sparata sul coronavirus – e si intitola appropriatamente I Am Not a Dog on a Chain. L’album, prodotto da Joe Chiccarelli (The Killers, Beck), porta in realtà diverse novità nel sound di Moz, ed è un disco variegato e piacevole. Ne abbiamo parlato qui.

The Weeknd – After Hours

Anticipato da diversi singoli e da un’ospitata a Saturday Night Live, il nuovo album di The Weeknd After Hours esce a tre anni e mezzo di distanza dall’ultimo Starboy. È un disco sensuale, notturno, a cui hanno partecipato Lopatin, Max Martin, Metro Boomin, Frank Dukes e Kevin Parker dei Tame Impala. “Sono sicuro della direzione presa con questo disco”, ha detto The Weeknd. “C’è una visione chiara e coerente, e un personaggio con cui ho esplorato un diverso lato di me, un lato che i fan non hanno mai visto”.

Le altre uscite

Internazionali

Roger Eno & Brian Eno – Mixing Colours
Arbouretum – Let It All In
TOKiMONSTA – Oasis Nocturno
Yael Naim – Nightsongs
Baxter Dury – The Night Chancers
Adam Lambert – Velvet
Lous and the Yakuza – Solo EP
Sea Wolf – Through a Dark Wood
James Righton – The Performer
The Radio Dept. – You Fear the Wrong Thing Baby (singolo)
Mavi Phoenix – 12 Inches (singolo)
The Avalanches – Running Red Lights (singolo)
Robby Krieger – Slide Home (singolo)
Deep Purple – Throw My Bones (singolo)
Paul Weller – Earth Beat (singolo)
Thundercat – Fair Chance (singolo)
Pokey LaFarge – Lucky Sometimes (singolo)
Waxahatchee – Can’t Do Much (singolo)
Lucinda Williams – Lost Girls (singolo)
John Legend – Actions (singolo)
Dirty Projectors – Isolation (singolo)

Italiane

Colombre – Corallo
Galeffi – Settebello
Joan Thiele – Operazione oro
Coma_Cose – DUE feat. Stabber
Liberato – O CORE NUN TENE PADRONE (singolo)