Home Musica

New Music Friday, le scelte di Rolling – 2 ottobre 2020


Il live di Roger Waters, il tamarrissimo disco solista di Corey Taylor, il meglio del rap italiano in ‘Bloody Vinyl 3’ e i Gorillaz con Elton John: le uscite da non perdere secondo la redazione di Rolling Stone

Il meglio del rap italiano in un mixtape, il disco dal vivo di una leggenda, una giovane band che insegue il mito di Robert Glasper, gli inni dance di una pop star formato indie. Anche questo venerdì torniamo a consigliarvi le uscite musicali più interessanti della settimana. Per gli internazionali non possiamo non partire dal live di Us+Them Roger Waters, poi il disco solista di Corey Taylor degli Slipknot, il ritorno di Jónsi, la macchina da ballo di Roísín Murphy, la raccolta di Robert Plant, il live dei Queen con Adam Lambert e nuovi singoli di Gorillaz (con Elton John), Shilpa Ray, Adrianne Lenker. Per gli italiani, il nuovo Bloody Vinyl 3 di Machete, il ritorno di Samuele Bersani, i singoli di Lucia Manca, Studio Murena, Speranza, Zen Circus ed Ensi.

Roger Waters – Us+Them

Di questo show saprete tutto: è passato per l’Italia, è diventato un film. Somiglia a un riassunto della carriera e dei temi cari a Waters, con alcune piccole novità: l’esecuzione di quattro canzoni di Is This The Life We Really Want?, il suo primo album solista in 25 anni, e una sezione potentissima dedicata ad Animals, disco da rivalutare se siete fra quelli che l’hanno sempre snobbato perché non è The Dark Side of The Moon, né The Wall.

Corey Taylor – CMFT

Corey “Mother Fucker” Taylor (Slipknot, Stone Sour) ha fatto un disco potente, ignorante, divertente. I muri di chitarre elettriche sono tutto tranne che di moda, anzi quando partono certi riff di vengono in mente l’hard rock e il metal di fine anni ’80. È una grande festa di quello che viene chiamato cock rock, con dentro echi di country e hip hop, e difatti è stato registrato a Las Vegas. Per dire del clima, il disco parte con un pezzo chiamato HWY 666, un titolo un programma, e si chiude con la sfuriata punk European Tour Bus Bathroom sulle scritte che si trovano nei cessi dei tour bus, quando i musicisti vanno a pisciare. CMFT Must Be Stopped recita il titolo di un altro pezzo tamarro. Ma anche no, non fermiamolo.

Roísín Murphy – Roísín Machine

A quattro anni di distanza da Take Her Up to Monto, e dopo un piccolo ritardo dovuto al coronavirus, Roísín Murphy ha finalmente pubblicato Roísín Machine, che ha tutta l’aria di essere il disco più ballabile dell’ultima parte del 2020. Anticipato dal singolo Something More, «il canto del cigno del nostro vecchio modo di vivere», l’album tiene insieme disco music, house e goth, Cabaret Voltaire e Donna Summer.

Bloody Vinyl – BV3

Slait, tha Supreme, Low Kidd e Young Miles insieme per Bloody Vinyl 3, il nuovo mixtape di Machete. Insieme ai produttori un cast di rapper di livello, tra grandi nomi (Salmo, Gué, Jake La Furia, Fabri Fibra) e nuove leve (Mara Sattei, Rosa Chemical, Madame). Slait l’ha presentato così: «Zero vincoli, zero regole, 15 tracce, 29 artisti e tante combinazioni inedite».

Samuele Bersani – Cinema Samuele

«Vi porto dentro il cinema della mia testa, a raccontare la vita come fosse una canzone», ha detto Samuele Bersani di Cinema Samuele, uscito a quasi otto anni dall’ultima raccolta di inediti. «Ho attraversato un periodo di crisi profonda personale, che mi ha inaridito», ha spiegato il cantautore. «Non riuscivo a scrivere nulla. Questo album è la luce dopo il blackout».

Lucia Manca – Ricorderai

Nell’Italia della trap, delle canzoni estive latineggianti, dell’itpop, Lucia Manca è un’aliena. Canta benissimo, ha un gusto spudoratamente rétro che però non scade mai nell’imitazione, veste i pezzi con suoni di sintetizzatore che sono incongrui con lo stile canoro anni ’60, persino ’50 a volte. Insomma, è Bruno Lauzi col synth pop e la produzione di Matilde Davoli. Questa canzone anticipa Attese vol. 2 che uscirà nel 2021. Un altro pezzo di Lucia Manca, Eroi, è stato incluso nella colonna sonora di We Are Who We Are di Luca Guadagnino.

Studio Murena – Eclissi

Anche i milanesi Studio Murena sono un po’ alieni nell’Italia del 2020. Prendono jazz e rap e li mescolano con un’idea di contemporaneità che all’estero si è già imposta. Vengono dal conservatorio, alcuni sono specializzati in jazz, altri in elettronica, in Eclissi ospitano il sax di Riccardo Sala. Qui potete leggere la nostra intervista. L’album uscirà nel gennaio 2021.

Le altre uscite

Internazionali

Jónsi – Shiver
Queen + Adam Lambert – Live Around the World
Aloe Blacc – All Love Everything
The Jaded Hearts Club – You’ve Always Been Here
Robert Plant – Digging Deep: Subterranea
Laura Jane Grace – Stay Alive
Deerhoof – Love-Lore
Bryson Tiller – Anniversary
Bon Jovi – 2020
Mariah Carey – The Rarities
Melanie C – Melanie C
Blackpink – The Album
Dagny – Strangers/Lovers
Mxmtoon – Dusk
21 Savage & Metro Boomin – Savage Mode II
Sam Gendel – DRM
Shamir – Shamir
Working Men’s Club – Working Men’s Club
Adult Swim Presents – New Jazz Century
Grateful Dead – American Beauty: The Angel’s Share (Demos)
Frank Zappa – Halloween 81
Dirty Projectors – Earth’s Crisis (EP)
Kurt Vile – Speed, Sound, Lonely KV (EP)
Gorillaz – The Pink Phantom (feat. Elton John, 6lack) (singolo)
Sinéad O’Connor – Trouble of the World (singolo)
Shilpa Ray – Heteronormative Horseshit Blues (singolo)
Lavender Diamond – This Is How We Rise (singolo)
Adrianne Lenker – Dragon Eyes (singolo)
Omar Apollo – Dos Uno Nueve (219) (singolo)
Andrew Bird – Andalucia (singolo)
Jim E-Stack – Jeanie (feat. Bon Iver) (singolo)
Bill Callahan, Bonnie “Prince” Billy – Blackness of the Night (feat. Azita) (singolo)
Beabadoobee – How Was Your Day? (singolo)
Bishop Briggs – Higher (singolo)
Chet Faker – Low (singolo)
Romy – Lifetime (singolo)
Bat for Lashes – We’ve Only Just Begun (singolo)
Jimmy Edgar – Metal (feat. Sophie) (singolo)
Anna of the North – Someone Special (singolo)
Ella Mai – Not Another Love Song (singolo)
Megan Thee Stallion – Don’t Stop (feat. Young Thug) (singolo)
Wiz Khalifa – POV (feat. Rubi Rose) (singolo)
Kali Uchis, Jhay Cortez – La Luz (singolo)
Dua Lipa – Levitating (feat. DaBaby) (singolo)
Leslie Odom Jr – Cold (feat. Sia) (singolo)
Jorja Smith – Come Over (feat. Popcaan) (singolo)
Charles Webster – The Spell (Burial Remix) (singolo)
London Grammar – Californian Soil (singolo)
Merci, Mercy – Something You Like (singolo)
Nothing – Bernie Sanders (singolo)
Sundara Karma – Kill Me (singolo)
Cory Wong – Massive (feat. Joe Satriani) (singolo)
Steve Earle – Times Like These (singolo)
Tom Petty – Leave Virginia Alone (singolo)
Joni Mitchell – Day After Day (singolo)
The Doors – Roadhouse Blues (Takes 1 & 2) (singolo)
Keith Richards – Little T&A (Live) (singolo)
Michael Kiwanuka – Solid Ground (Vigil Abloh Remix) (singolo)
Iron Maiden – Aces High (Live in Mexico City) (singolo)
Linkin Park – In the End (Demo) (singolo)

Italiane

VillaBanks – El Puto Mundo
Renato Zero – Zerosettanta (Volumetre)
Sac1 – Forever
Niko Pandetta – Revenge
Gianni Bismark – Nati diversi – Ultima cena
Lilo – Diverso (EP)
Livio Cori – Femmena (EP)
The Zen Circus – Appesi alla luna (singolo)
Speranza – Fendt caravan (singolo)
Ensi – 090329 (prod. Kanesh) (singolo)
Deiv – DM (prod. Salmo) (singolo)
Est-Ego’ – I film sui samurai (singolo)
Gregorio Sanchez – Bosco verticale (singolo)
Matteo Alieno – La paura (singolo)
Ackeejuice Rockers – 5G (feat. Tormento & Nomercy Blake) (singolo)