Home Musica

New Music Friday, le scelte di Rolling – 15 novembre 2019

Il secondo album dei Pumarosa, il primo singolo dell’ambizioso concept di Moses Sumney, la canzone di Beck sulla morte, tha Supreme e le altre uscite da non perdere secondo la redazione di Rolling Stone

tha Supreme

Come succede quasi ogni anno, con l’avvicinarsi del mese di dicembre le uscite discografiche aumentano sensibilmente. E anche questo venerdì ci sono diverse cose degne di nota: il secondo album dei Pumarosa, una delle band più interessanti dell’indie britannico; il ritorno di DJ Shadow, anticipato da un bel singolo con i De La Soul; le session radiofoniche di Aphex Twin e Oneohtrix Point Never; una colonna sonora di Alva Noto e Ryuichi Sakamoto; l’Americana del grande produttore Joe Henry; i nuovi singoli di Beck, Moses Sumney, Grimes e Cesare Cremonini; l’atteso album del piccolo fenomeno tha Supreme. Ma anche i pezzi usciti ieri di Noel Gallagher e Billie Eilish. Come ogni settimana, qui sotto trovate le scelte della redazione di Rolling Stone

Pumarosa – Devastation

Nonostante siano appena al secondo album, i britannici Pumarosa hanno già l’aria dei veterani. Dopo il successo dell’esordio indie pop, infatti, la band torna con un sound rinnovatissimo (i nuovi arrangiamenti traboccano di sintetizzatori e beat) e influenze che vanno dai Radiohead a Patti Smith. Prodotto da John Congleton – di recente al lavoro con St. Vincent e gli Swans – Devastation è probabilmente l’uscita indie rock più interessante della settimana.

Moses Sumney – Virile

Aromanticism, l’album di debutto di Moses Sumney, era un piccolo trionfo di blues cosmico, un gioiellino di ballate solitarie e commoventi, piene di malinconia e cantate da una voce difficile da togliersi di dosso. Arrivato al secondo disco, il cantautore di Los Angeles ha deciso di fare le cose in grande: grae, infatti, è un doppio album “concettuale” che verrà pubblicato in due parti. Virile, il singolo uscito poche ore fa, è il primo antipasto dell’opera, e arriva accompagnato da un video diretto dallo stesso Sumney.

Beck – Everlasting Nothing

Una grande canzone sulla morte. Everlasting Nothing è uno dei pezzi migliori del nuovo album di Beck che s’intitola Hyperspace e che uscirà il 22 novembre. È un disco sulla fuga e questa canzone parla della fuga definitiva: quella in un nulla infinito in cui perdersi. «Accettare l’idea della morte è un modo per trovare la pace», ci ha detto Beck.

tha Supreme – 236451

Nonostante abbia appena 18 anni, il rapper e produttore romano ha già collezionato collaborazioni con Fabri Fibra, Marracash, Salmo, Mahmood e Gemitaiz – e una cinquantina di milioni di visualizzazioni su YouTube. Come se non bastasse, il suo è probabilmente il suono più originale della nuovissima generazione del rap, e 6itch, il primo pezzo “da rapper”, è diventato una hit virale nonostante una lavorazione di appena un giorno. 236451, il suo album d’esordio, ci farà capire quanto sia giustificato tutto l’entusiasmo che lo circonda.

Le altre uscite:

Internazionali

Joe Henry – The Gospel According to Water
DJ Shadow – Our Pathetic Age
Oneohtrix Point Never – KCRW Sesssion
Tindersticks – No Treasure But Hope
Juliana Hatfield – Sings The Police
Yilian Cañizares – Erzulie
Emily Jane White – Immanent Fire
Lil Peep – Everybody’s Everything
Aphex Twin – Peel Session 2
Lee Gamble – Exhaust
Alva Noto + Ryuichi Sakamoto – Two
Dominique Fils-Aimè – Stay Tuned!
TOY – Songs of Consumption
David Bowie – Conversation Piece

Noel Gallagher – Wandering Star (singolo)
Billie Eilish – everything i wanted (singolo)
Taylor Swift – Beautiful Ghosts (singolo)
Camila Cabello – Living Proof (singolo)

Italiane

Francesco Guccini – Note di Viaggio Capitolo 1
Gianna Nannini – La differenza

Cesare Cremonini – Al telefono (singolo)
Punkreas – Sono vivo (singolo)

Leggi anche