Home Musica

MTV EMA 2020, i BTS vincono (quasi) tutto nell’edizione videogame

Gaga si porta a casa una statuetta soltanto, e Diodato vince il 'Best Italian Act'. Ma quest'anno più che le statuette l'importante era esserci. Tutti i vincitori

Doja Cat. Foto: Handout/Courtesy of MTV via Getty Images

LOS ANGELES, CALIFORNIA - NOVEMBER 01: In this screengrab released on November 08, Doja Cat accepting the win for Best New award at the MTV EMA's 2020 on November 01, 2020 in Los Angeles, California. The MTV EMA's aired on November 08, 2020. (Handout/Courtesy of MTV via Getty Images)

Scordatevi il solito show, con il pubblico che urla, i cantanti e i red carpet. Cioè, c’è tutto anche quest’anno, ma è tutto diverso, virtuale, videogame. Non si poteva di certo fare altrimenti per non interrompere l’annuale appuntamento con gli MTV EMA, che vanno in onda dal 1994.

E quindi eccoci qui anche oggi, a seguire la serata che va in onda da un’arena virtuale dove le Little Mix, senza Jesy – ve ne abbiamo parlato qui – ma con Jade che indossa una gonna perfetta per il distanziamento sociale, presentano con tanto di pubblico urlante in stile Hunger Games. Non distanziato perché virtuale, appunto.



Situazione che potrebbe ricordare i live su Twitch che abbiamo visto durante il primo lockdown. E, virtuale o reale che sia, era prevedibile che i trionfatori della serata sarebbero stati i BTS, che dopo appena 20 minuti si son già portati a casa due dei 4 premi della serata che li vedranno vincitori: Best Song, Best Group, Best Virtual Live e Biggest Fans, continuando il trend k-pop iniziato lo scorso anno. Una sola statuetta per Gaga, partita favoritissima della serata con 7 nomination. A lei ‘solo’ il premio come Best Artist. Dj Khaled ha vinto il Best Video per POPSTAR feat. Drake, mentre Best Collaboration va al duo Karol G e Nicki Minaj con Tusa.



Ad aprire le danze Doja Cat, in un campo di margherite, con la versione rock – possiamo dire così? – di Say So, la hit che fatto scoprire TikTok a quelli che hanno più di 15 anni. Poi Jack Harlow, poi Sam Smith da un teatro vuoto. Ognuno in una location diversa, con le esibizioni pre-registrate. The show must go on. Tra le più memorabili quella di DaBaby, che sulle note di un mashup di Blind, Practise e Rockstar parla di giustizia sociale. La sua performance è stata girata come un vero e proprio videoclip, in cui la polizia lo ferma brutalmente e successivamente lo troviamo imputato in un tribunale. Ci sono anche Maluma, le Little Mix che si esibiscono in grande piramide 3d e Alicia Keys, che col suo pianoforte se ne va in giro per la città tipo Vanessa Carlton in A Thousand Miles. Ma anche la regina della latin music Karol G, e credo di aver visto due pantere sul suo palco, ma di striscio. Stavo tornando dal bagno. Oh, d’altronde siamo a casa. Poi Yungblud come un angelo appeso a una catena. Se vi siete persi le esibizioni le trovate tra poco online, don’t worry.

Courtesy of MTV via Getty Image)

LONDON, England – NOVEMBER 03: In this screengrab released on November 08, Sam Smith performs at the MTV EMA’s 2020 on November 03, 2020 in London, England. The MTV EMA’s aired on November 08, 2020. (Courtesy of MTV via Getty Images)

C’è anche un momento più solenne, quello in cui vengono ricordati tutti gli artisti che quest’anno, per un motivo o per un altro, ci hanno lasciato. Come Naya Rivera. O Eddie Van Halen, ricordato da una serie di artisti come Tom Morello, St Vincent, e Taylor Hawkins dei Foo Fighters.

Sul fronte nostrano si porta a casa il Best Italian Act Diodato, a suo malgrado quest’anno grande protagonista delle manifestazioni in streaming, ricordiamo la sua esibizione all’Arena di Verona per l’Eurovision. E forse, quest’anno più che mai, il valore dei premi e delle esibizioni passa in secondo piano. Perché era già importante solo farla la manifestazione. Per dire che quando possibile si va avanti, ma ancora di più che si tornerà, dal vivo, l’anno prossimo. Ci siamo persi una parte che mai come quest’anno poteva essere centrale, quella degli acceptance speech, un po’ meno sentiti se registrati a distanza. Ma anche per quelli ci sarà tempo nel 2021. L’appuntamento è già fissato a Budapest, ci vediamo lì.

Tutti i vincitori:

Best Video

DJ Khaled – POPSTAR ft Drake

Best Artist

Lady Gaga

Best Song

BTS – Dynamite

Best Collaboration

Karol G – Tusa ft Nicki Minaj

Best Pop

Little Mix

Best Group

BTS

Best New

Doja Cat

Biggest Fans

BTS

Best Latin

Karol G

Best Rock

Coldplay

Best Hip Hop

Cardi B

Best Electronic

David Guetta

Best Alternative

Hayley Williams

Video for Good

H.E.R. – I Can’t Breathe

Best Push

YUNGBLUD

Best Virtual Live

BTS BANG BANG CON – The Live

Best Italian Act

DIODATO