Home Musica

L’ultima frontiera del complottismo: un pedale per chitarra ci inietta il 5G

Da alcuni giorni circola in rete lo “schema” di un microchip nascosto nei vaccini contro il coronavirus. In realtà è il circuito di un pedale, il Metal Zone. Ma cosa hanno in comune il metal e i complotti?

Gli egiziani hanno costruito le piramidi perché sono alieni e hanno usato tecnologie aliene. Il Bilderberg governa il mondo. La Terra è piatta. Potrei andare avanti ore, perché le teorie complottiste/cospirazioniste sono così affascinanti e “narrative” che sembrano roba presa dalle serie tv. L’ultima apre un nuovo capitolo: il complottismo metal.

In rete circola lo schema di un fantomatico chip inserito nel vaccino per il Covid (che poi come si fa a inserire un microchip in un vaccino liquido? Usano la tecnologia di Terminator 2?). Cerco il tweet e guardo l’immagine. È un circuito elettrico, una roba per addetti ai lavori, tutto diagrammi e simbolini strani, incomprensibili, per me potrebbe essere codice Braille o dei geroglifici, veri o falsi, diagrammi, che ne so. E infatti la gente abbocca e comincia retwittare compulsivamente (immaginatevi la voce narrante di Zerocalcare che racconta in romanesco: «Ecco ce vonno ignettà stammerda. So i russi! I russi! Zecche»).

Lo schema, però, non è inventato: si tratta della mappa del circuito del Boss MT-2, lo storico pedale Roland odiato e amato dai chitarristi. Fin qui niente di strano. Ogni giorno circolano migliaia di bufale, sai che novità la gente che vede il circuito di un pedale come la mappa di un vaccino. Famosi debunker, come David Puente su Open, hanno smascherato la presa in giro in pochissimo tempo, come un gioco da ragazzi.

Ma leggendo questa storia ho sentito un richiamo in una zona oscura della mia mente, una stimolazione. Perché tra tutti i pedali esistenti, i cospirazionisti di un forum russo hanno scelto proprio l’MT-2? Perché non un classico Wah della Dunlop, lo Whammy o che ne so, il Memory Man dell’Electro-Harmonix? Il Metal Zone, per lustri considerato la pecora nera dei distorsori, presentato al mondo nel 1991 e ancora in produzione, per molti il pedale peggiore di sempre, ha conosciuto l’oblio negli anni Zero del pop e dell’elettronica per venire riscoperto recentemente. Su YouTube ci sono molti video di chitarristi che ne riscoprono il valore. Quale era il problema del pedale? La gente lo metteva direttamente sul canale del pulito con il gain a palla senza smanettarci nemmeno un po’. Col senno di poi si è visto che se usato con parsimonia, equalizzandolo, mandandolo nel modo giusto e apportando pure delle modifiche diventava un pedale decente.

La casualità non esiste. In questo episodio possiamo parlare di sincronicità, quella che secondo Jung è la tendenza delle persone a far accadere certi episodi della realtà, in qualche modo forzando gli eventi, dando vita a una serie di fatti che non possono essere coincidenze. Sono segnali, eventi simbolici, per alcuni è la sorte, per altri la magia. Ti sei sognato il vecchio amico Piero che non vedi da quindici anni e il giorno dopo lo incontri in strada? Sincronicità! Hai perso il portafoglio ma per qualche assurdo motivo avevi lasciato la patente a casa e non dovrai rifarla? Sincronicità. Miracolo.

I cospirazionisti che hanno messo in rete lo schema del pedale spacciandolo per il vaccino hanno dato così vita a una serie di tesi che sono stupendamente sincroniche. Evidentemente tradotte con Google Translate, le frasi che accompagnano lo schema del pedale (semplicemente il libretto di istruzioni, un po’ gonfiato) suonano ancor più sincroniche. «I russi sono riusciti a togliere i nanochip dal vaccino Pfizer e hanno pubblicato uno schema di funzioni! (…) Il segnale aumentato continua a muoversi verso un altro processore che controlla MT-2 GAIN o quanto impatto avrà sulla tua psiche. Questo controllo è variabile e può rafforzarlo o ridurlo al desiderio. Nella registrazione originale si dice che quella parte ha, cito: “Una somma scellerata di guadagno”, il che è molto brutto».

Per chi non fosse un chitarrista spieghiamo: il gain è la distorsione. La distorsione del Metal Zone in effetti ha un forte impatto sulla tua psiche. Basta una plettrata e sei il dio del metal. Anche in una cameretta a Bresso fai due power chord ed escono così zanzarosi e distorti che se chiudi gli occhi sei sul palco del Gods of Metal. La tendenza di chiunque suoni l’MT-2 è esattamente quella di ottenere una “scellerata somma di guadagno (gain)”. Ed è per questo che è stato vessato negli anni, perché poverino tutti gli spingevano il gain a mille.

«Il controllo VOLUME è usato per la potenza generale del chip, che a volte è sensibile alla tua frequenza, alle vibrazioni personali, dipende dal fatto che tu sia allo stadio di felicità, generosità o tristezza». Sento troppo odore di sincronicità. Alzo il telefono e chiamo una mia gola profonda, uno dei maggiori esperti di effetti per chitarra che abbiamo in Italia. Vuole rimanere anonimo, (ma perchè? Cosa teme?) e mi confida: «Anzitutto il Metal Zone è un pedale per bianchi. Il metal è un genere quasi WASP». Ecco che la mia sincronicità si attiva. Suprematismo bianco. Vaccini. Trump. Metal.

Sempre la mia gola profonda: «Sai che la Boss stava per produrre un Red Zone? Era una variante indie del Metal Zone. Eppure non lo fece. Era da poco caduto il Muro e non si volevano implicazioni politiche». I russi. Il comunismo. Il pedale proibito. Il pedale rosso. Il gemello occultato dell’MT-2.

«Mi viene in mente la frase di Zappa sui critici: l’MT-2 è progettato da ingegneri che non sanno niente di musica, usato da gente che non capisce nulla di elettronica. Alla fine è il pedale di cui tutti i novizi parlano male, ma che i loro eroi, appesi nei poster delle camerette, suonano». Steve Vai ad esempio. I Korn o tutta la gente che ha come aspirazione di carriera il palco del Rockin’1000. Diciamo che l’MT-2 sta alla chitarra come l’OVS sta all’alta moda. È una spina nel fianco, un capro espiatorio perfetto.

È un pedale ateo, reietto, bullizzato. Non ha creato consenso se non tra i metallari più settari (che già di per sé sono una setta). Ed era l’unico e ripeto l’unico pedale perfetto per iniettare il vaccino. Solo che l’MT-2 a differenza del vaccino l’hanno testato. È un caso che sia stato prescelto per svelarci il segreto del 5G? Il metal ci sta salvando?