Home Musica Live

Concertini: I Hate My Village

La band afro beat di Ferrari, Rondanini, Fasolo e Viterbini è passata a suonarcele (le canzoni) nella nostra redazione: tre pezzi dell'omonimo album, più una cover di Bello Figo come bonus

Due cose abbiamo avuto il piacere di constatare dopo il concertino degli I Hate My Village nella nostra redazione.

La prima è che la band afro beat di Alberto Ferrari (Verdena), Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion), Fabio Rondanini (Afterhours, Calibro 35) e Marco Fasolo (Jennifer Gentle) suona anche meglio con un equipaggiamento di fortuna, essendo l’anima del progetto fortemente Lo Fi e sporca. Amplificatori di chitarra usati per la voce, carta vetrata infilata fra le corde della chitarra per un sound più “stoppato” e un singolo rullante per la sezione ritmica sono più che sufficienti se sei un musicista mostruoso come i quattro qui sopra.

La seconda invece è che fra i membri della band si nascondono degli insospettabili sostenitori della trap, soprattutto Rondanini e Ferrari. Quest’ultimo poi oltre che Lil Pump ha anche il pallino per il nostrano Bello Figo, lord indiscusso della lol trap, tant’è che a un certo punto del live qui sopra parte per scherzo una cover di Pasta con Tonno del maestro Figo. Una sorpresa per noi ma anche per i migliaia di detrattori della trap là fuori.

Reduci di un album, poi una reissue su CD dell’omonimo I Hate My Village, i trap boy stanno girando in lungo e in largo lo stivale dispensando endorfine alle folle. Qui trovate un calendario delle prossime date (c’è pure lo Sziget) e, più sotto ancora, la tracklist di questo bel concertino nel nostro uffizio:

Tracklist: “Tony Hawk Of Ghana”, “Pasta col tonno” (Bello Figo), “Acquaragia” e “Fame”

PS: si raccomanda la visione del concertino con delle cuffie.

Leggi anche