Home Musica

Le 10 migliori canzoni di Rosalía

In questi due anni la cantante spagnola è riuscita a rilanciare ancora più in alto la propria carriera, arrivando a conquistarsi di diritto il ruolo di regina del pop latino. Per onorare quest’incoronazione, ecco i suoi 10 brani migliori

Era il 31 ottobre del 2018 quando su queste pagine scrivemmo la recensione di El Mal Querer, il secondo disco di Rosalía, definendolo semplicemente il miglio disco pop dell’anno. Sembra un’eternità. In questi due anni la cantante spagnola è riuscita a rilanciare ancora più in alto la propria carriera, arrivando a conquistarsi di diritto il ruolo di regina del pop latino. Per onorare quest’incoronazione abbiamo deciso di selezionare dieci brani che raccontino questa prima parte di carriera di Rosalía. Portiamo un po’ di flamenco nella vostra estate.

10Antes De Morirme, con C. Tangana

Ogni racconto comincia con una storia d’amore. Quella tra C. Tangana, rapper spagnolo da milioni di ascolti, e una giovanissima Rosalía è stato un amore moderno da rotocalco. I due collaborano per la prima volta in Antes De Morirme che diviene, a tutti gli effetti, la prima pubblicazione discografica in cui compare Rosalía. È un antipasto del suo golden touch; il brano, difatti, oltre a riempire i siti di gossip, colleziona tre dischi di platino.

9Catalina

Nel 2017 esce Los ángeles, il primo disco solista. È un omaggio totale alla tradizione spagnola e al flamenco. Intenso e drammatico, soprattutto a pensare che sia stato scritto da una ragazza di appena 24 anni, riesce ad entrare nella Top 10 dei dischi più venduti di Spagna nel 2017. Catalina è il primo singolo estratto e, a tutti gli effetti, la prima uscita solista di Rosalía. A risentirlo oggi, ritroviamo gli indizi del futuro successo.

8Malamente

Il punto di svolta nella carriera di Rosalía. Il primo estratto da El Mal Querer (co-prodotto con El Guincho e vincitore di due Grammy Awards) è la perfetta quadratura della sintesi tra il flamenco e l’urban, tra pop e r’n’b, capace di superare i confini della musica latina per affermarsi sul mercato globale. Ad emergere è anche la nuova estatica popstar di Rosalía, con un video clamoroso, subito cult di stagione. Il battito di mano di Rosalía è ancora un must.

7Di Mi Nombre

Nonostante il successo di Malamente, è Di Mi Nombre a diventare il primo brano solista di Rosalía a raggiungere la vetta della classifica spagnola. Musicalmente, con la co-produzione di El Guincho e lo zampino in scrittura di C. Tangana, continua il percorso di un new-flamenco che flirta con la trap in modo sensuale ed erotico, drammaturgico e folkloristico. È l’evidenza di un disco clamoroso.

6Con Altura, con J. Balvin e El Guincho

Con Altura è il definitivo successo globale. Il featuring con J Balvin, re Mida del nuovo raggaeton, prodotto sempre dalla coppia Rosalía e El Guincho, è un tormentone tamarrissimo. Una istant hit. Parliamo di dati? 1.5 miliardi di visualizzazioni su YouTube, 500 milioni di ascolti su Spotify. Primo in tutte le charts latine, si porta a casa anche un Latin Grammy come migliore canzone urban. Non male, vero?

5Aute Cuture

Il primo singolo solista pubblicato dopo El Mal Querer riprende da dove ci eravamo lasciati. Aute Cuture alza il ritmo e l’asticella, inaugurando una nuova fase di Rosalía in cui il flamenco è sempre parte integrante, ma meno dominante, a favore di un’attenzione maggiore verso la contemporaneità. La soluzione è ineccepibile e del brano rimarrà l’iconico, Madre mía, Rosalía, bájale!. Chicca: il title design dell’artwork è dell’italiano BLSSND.

4Milionaria

Sicuramente il singolo più differente per suoni, mood, atmosfere. Un pezzo leggero, ma super a fuoco, arricchito da quell’intrigante campione vocale ‘fucking money man’ a scandire il ritornello. Rosalía ci mostra il lato più giocoso e meno fashion del suo arcobaleno, come racconta il videoclip, una sorta de Il prezzo è giusto! in versione turbocapitalista Anni Ottanta. E anche così funziona, eccome.

3Yo x Ti, Tu x Mi, con Ozuna

Non c’è giorno che qualche italiano si lamenti del raggaeton. Troppo tamarro, troppo cafone. Se pensiamo a quello che spesso invade le nostre radio, alla fine, questa polemica è anche relativamente corretta. Ma c’è un mondo di nuovo raggaeton che negli ultimi anni ha conquistato il pianeta. Yo x Ti, Tu x Mi, vede Rosalía con il portoricano Ozuna (vi suona se vi dico Taki Taki e Mamacita?), per un altro tormentone che ti si appiccica al cervello con quel mantra Yo x Ti, Tu x Mi, Yo x Ti, Tu x Mi, Yo x Ti, Tu x Mi, Yo x Ti, Tu x Mi. Sarebbe stato bello copiarlo e incollarlo per il resto dell’articolo.

2A Pale

Forse il brano più interessante e futuristico in questa giovane carriera. Ancor più che in passato, le due anime di Rosalía vengono portate a contrasto. L’introduzione è pura scuola popolare spagnola, mentre l’evoluzione del brano è un’esplosione percussiva iper-moderna. È senza dubbio il momento più cool, sia per l’amante del pop che per l’amante del futuro.

1Barefoot In The Park

La collaborazione che non ti aspetti e che funziona con una naturalezza disarmante. Dopo una serie di singoli in attacco, Rosalía rallenta nelle braccia di James Blake, il più dolce dei cantautori moderni. Un rayo cayò en tus ojo’, y me partiò el corazon (un raggio cadde nei tuoi occhi e mi ruppe il cuore). Struggente; ma che altro ci saremmo potuti aspettare da questa collaborazione?