Home Musica Interviste Musica

Keith Ross, l’artista che ha disegnato a mano il nuovo video dei Pearl Jam

Ha iniziato con i Black Sabbath ed è diventato famoso su Instagram: intervista all’artista che ha consumato decine di penne Bic per realizzare il video di ‘Superblood Wolfmoon’

Keith Ross era solo un bambino di 10 anni quando i Black Sabbath suonarono nella sua città, in New Jersey. Era troppo giovane per andare a vederli dal vivo, quindi ha disegnato il concerto per come lo immaginava nella sua testa.

Il disegno, insieme ad altre opere, ha ispirato Ross a creare @TinyConcert, una pagina Instagram che contiene piccoli video di band disegnate a mano con una penna a sfera. «Esattamente come avrei fatto da bambino», racconta a Rolling Stone. «Conservo tutti gli errori. Sono le linee sghembe e le cancellature che danno fascino a questi personaggi».

Dal 2018, Ross ha disegnato artisti come Alice Cooper, Motörhead, Bad Brains e Ramones, scatenando l’entusiasmo di Linda, la moglie di Johnny Ramone, che ha condiviso le sue opere sul suo profilo. «I like di Linda mi hanno motivato molto», dice. «Per non parlare del pubblico e del grande supporto che ho ricevuto».

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Black Sabbath @ozzyosbourne @geezerbutler #tonylommi #billward @blacksabbath #tinyconcert #illustration #blacksabbath #blackfriday

Un post condiviso da Tiny Concert (@tinyconcert) in data:

Lo scorso autunno, Ross ha ricevuto una mail inaspettata in cui si gli chiedeva se fosse interessato a fare un video per i Pearl Jam. «Puoi immaginare quanto fossi eccitato», dice. «Soprattutto quando ho scoperto che Jeff Ament (il bassista della band, ndt) era già un fan della pagina. Sì, mi sto vantando».

Secondo Ross, Eddie Vedder pensava che il suo stile fosse perfetto per Superblood Wolfmoon, il secondo singolo estratto dal nuovo album dei Pearl Jam, Gigaton. «Quando ho sentito il pezzo ho deciso che avrei dato tutto me stesso», dice.

L’approccio artistico di Ross ha sempre fatto sì che le sue animazioni fossero brevi e concise, così che il pubblico fosse portato a vederle più volte. In pratica, non aveva mai fatto un video per un’intera canzone. Fino a quel momento, inoltre, aveva solo disegnato band punk e metal, e aveva riserve su come comportarsi con un gruppo grunge. «Per un momento ho pensato che il mio stile fosse troppo scarabocchiato per una band come i Pearl Jam», ammette. «La loro risposta è stata: “NOOOOOOO!”. Era quello che avevo bisogno di sentire».

Più di mille disegni, una manciata di penne Bic e due mesi insonni dopo, il video di Superblood Wolfmoon era finito. A differenza dei suoi soliti lavori, Ross dice che tutto il processo è stato collaborativo. «Di solito disegno, penso e gestisco i dettagli in privato», dice. «Questa volta però, avevo il supporto di tutto il team dei Pearl Jam».

Il progetto è stata l’occasione per fargli fare qualcosa di nuovo. «Mi ha permesso di conoscere persone interessanti, e adesso posso portare i miei disegni in molti posti nuovi», dice. Il suo sogno, però, è disegnare Dr. Teeth e gli Electric Mayhem. «Esatto», dice con orgoglio. «I Muppets».

«In realtà ho una lunga lista di canzoni che continua a crescere ogni giorno», aggiunge. «Preparatevi a vedere le nuove creazioni di Tiny Concert ancora per parecchio».

Altre notizie su:  Black Sabbath Pearl Jam