Home Musica Interviste Musica

Anohni, la voce degli Antony and The Johnsons torna con “Hopelessness”

Un assaggio dell'intervista contenuta nel numero di maggio, in edicola

Un dettaglio della copertina di "Hopelessness", l'album di Anohni uscito il 6 maggio

Un dettaglio della copertina di "Hopelessness", l'album di Anohni uscito il 6 maggio

Ha preso una “H” e l’ha messa in mezzo al suo nome (togliendo una “T”) «perché è una lettera silente con una forte qualità spirituale e mi ricorda il mio mentore, il danzatore giapponese Kazuo Ohno». Ha chiesto, in maniera gentile ma risoluta, che d’ora in poi si parlasse di lei, e non di lui. Ha accantonato pianoforte e basi strumentali per sperimentare un’elettronica forte e potente e così ha chiamato Hudson Mowhawke e Oneothrix Point Never: «Basta con la musica pastorale di prima, ora ho bisogno di ciò che può aiutarmi a esprimere la mia rabbia». Ha chiesto all’amico Riccardo Tisci di Givenchy di curare la direzione artistica del suo video di Drone Bomb Me, con protagonista Naomi Campbell che interpreta il punto di vista di una ragazzina afghana, la cui famiglia è stata decimata dall’attacco di un drone. Mentre il primo singolo, 4 Degrees, è diventato un inno per accompagnare le richieste degli ambientalisti durante la Conferenza sul Clima di Parigi del dicembre scorso.

Non aspettiamo di essere
morti, diamoci una mossa

È questa la nuova fase di Antony Hegarty, frontwoman degli Antony and The Johnsons, artista transgender che ora si fa chiamare Anohni, nata in Inghilterra nel 1971 e trasferitasi con la famiglia negli Stati Uniti dal 1981 . Una fase sospesa tra riferimenti culturali ed estetici sofisticati e l’urgenza di presentare il suo personale grido di battaglia.
Per questo il suo nuovo album è una vera bomba, sia per le basi elettroniche che per i contenuti: Hopelessness, senza speranza. Al telefono, però, ha un tono di voce sommesso, pronuncia le parole lentamente, tra un sospiro e l’altro, e ripete le domande per essere sicura di aver colto in pieno il senso. Non è in forma a causa di un’influenza di stagione, ma basta la prima domanda per riaccendere quella determinazione che emerge dai testi di Hopelessness.

Questo articolo è pubblicato in versione integrale su Rolling Stone di maggio.
Potete leggere l’edizione digitale della rivista,
basta cliccare sulle icone che trovate qui sotto.
rolling-appstorerolling-googleplay

Anohni suonerà al Flowers Festival per un’unica data italiana.

Leggi anche