A Natale c’è solo Mariah (e ci dispiace per gli altri) | Rolling Stone Italia
Home Musica Interviste Musica

A Natale c’è solo Mariah (e ci dispiace per gli altri)

La donna con più numeri 1 in classifica torna con uno speciale su Apple TV+: «Il regalo più costoso che ho fatto? Una Ferrari. Ma non se la meritavano». Cronaca di una conferenza stampa con l'ultima diva

«L’attesa potrebbe essere di due, tre ore». Un messaggio che non conoscono solo i pendolari Trenitalia ma pure i giornalisti che si sono collegati su Zoom per chiacchierare con Mariah Carey. Alla fine le ore di ritardo sono quattro, «ma aveva avvisato». Non ce la prendiamo mica, Mariah può fare quello che vuole. Ed è davvero un’apparizione mariana(h) quella che vediamo sullo schermo dei nostri PC. Noi, da casa, in camicia sopra e in pigiama sotto, lei invece incredibile, seduta su un divano rosso e circondata da addobbi natalizi. Siamo a metà novembre. Aggiungo anche che per noi ormai è mezzogiorno, mentre in USA è notte fonda. La sua idea di conferenza stampa ci piace sempre di più.

Mariah ci ha radunato a sua corte perché dal 3 dicembre è disponibile su Apple TV il suo nuovo speciale di Natale, Mariah’s Christmas: The Magic Continues, che arriva dopo il successo di quello dell’anno scorso.



Le canzoni di Natale ormai le fanno un po’ tutti, è vero, ma solo Mariah ha scritto un brano che è diventato un classico tipo Jingle Bells. Parliamo chiaramente di All I Want For Christmas Is You, uscita nel 1994 e il cui successo è diventato più grande ogni anno che è passato (ha raggiunto la No.1 soltanto nel 2020, 25 anni dopo, diventando la 19esima canzone di MC a raggiungere quella posizione). «L’anno scorso è stato difficile, col Covid, ma siamo riusciti comunque a tirare fuori un bellissimo speciale», esordisce. Un piccolo film in cui Mariah salva il Natale in compagnia di Ariana Grande, Snoop Dogg e altri ospiti. E, dato il successo, quest’anno si continua. Tra le novità c’è una nuova canzone, Fall In Love At Christmas, con Khalid e Kirk Franklin. «Li ho invitati nella Butterfly Lounge, il mio studio ad Atlanta, e abbiamo registrato. La cosa bella è che il brano unisce gospel e nostalgia. Posso dire che è una delle mie canzoni di Natale preferite. Ok, All I Want ha avuto un successo incredibile, ma ne ho scritte tante altre. E questa mi pare particolarmente riuscita». Pare che i tre si siano divertiti: «C’è un behind the scenes che è uscito su YouTube, guardatelo. Ci siamo addobbati, abbiamo addobbato casa, non nevicava ma abbiamo fatto in modo che succedesse». Che le vuoi dire.

Ma le feste, per Mariah, non sono sempre state divertenti. Lo racconta nel suo libro, The Meaning Of Mariah Carey, uscito l’anno scorso e di cui sta lavorando a un adattamento cinematografico: «Vengo da una famiglia non semplice, disfunzionale, violenta. Le feste non sono state sempre belle, anche se speravo lo fossero. Ricordo che mia madre, (ex cantante lirica, ndr), radunava i suoi amici per cantare le Christmas carol e preparava il vino caldo con la frutta. Era tutto molto umile, e questo lo rendeva speciale. Ora sono io quella che si preoccupa che sia tutto perfetto. Mi piace far stare bene gli altri, appaga anche me stessa».

Qualcuno le chiede ancora di All I Want For Christmas Is You: «Da autrice non posso che essere contentissima. Mai avrei pensato che sarebbe diventata un modern classic. Ci va del tempo, con le canzoni di Natale. Devono permeare nel mondo. Bisogna resistere, se è una hit prima o poi verrà fuori». Si ricorda ancora quando l’ha scritta insieme a Walter Afanasieff, autore con cui ha firmato tantissimi successi: «Mi sono messa al piano, l’ho scritta e poi con Walter l’abbiamo finita. Mi chiedevo se fosse il momento di fare canzoni di Natale così presto, avevo iniziato da poco con la musica. Ha funzionato perché è sincera, è pura. E le persone se ne sono accorte».

Qualcuno osa una domanda rischiosa: «Ti ritirerai mai dall’essere la regina del Natale?» Risposta: «Dahlin, c’mon. Se mi ritirerò è perché sarò andata al Polo Nord! (ride). Amo scrivere canzoni e amo anche scrivere canzoni di Natale. Non posso smettere di essere me stessa». La conferenza sta per finire e nessuno che ha ancora fatto la domanda più seria che c’è: «Qual è il regalo più bello che hai fatto, Mariah?». Lei ci pensa un attimo, poi parla: «Una Ferrari». È una risposta vera. La Ferrari l’ha regalata al suo ex marito, Nick Cannon, nel 2012. I due si sono lasciati nel 2014. «Se la meritava? Non lo so mica».


Su Apple Music è presente anche una playlist con alcune canzoni selezionate da Mariah: poi non dite che non sapete cosa ascoltare mentre fate l’albero.

Altre notizie su:  Mariah Carey