I 2nd Roof raccontano ‘Roof Top Mixtape 1’ canzone per canzone | Rolling Stone Italia
Home Musica

I 2nd Roof raccontano ‘Roof Top Mixtape 1’ canzone per canzone

Dieci anni dopo 'Il ragazzo d'oro' con Guè, il duo di producer milanesi che ha contribuito a portare la trap in Italia pubblica il primo mixtape. Ci hanno spiegato l'origine di ogni pezzo

2nd Roof

Foto press

Dieci anni dopo Il ragazzo d’oro con Guè, il duo di producer milanesi 2nd Roof che ha contribuito a portare la trap in Italia pubblica il suo primo mixtape. Dentro ci sono feat d’ogni tipo, da Jake La Furia a Speranza, passando per Nitro, Gemitaiz, J-Ax, Ketama126, Tony Effe, lo stesso Guè. È anche un mezzo giro del mondo, con collaborazioni e stili che vengono dagli Stati Uniti e dalla Francia, influenze che vanno dal pop al rap di strada.

Ce l’hanno raccontato canzone per canzone (skit a parte). A questo link trovate invece un’intervista con la loro storia. «A fare cose nostre» raccontano «c’è un po’ più di libertà. In realtà la maggior parte degli artisti con cui lavoriamo ci dà sempre carta bianca, in questo caso alcuni ci hanno addirittura detto di essere degli strumenti al servizio dei nostri beat, e questo è stato davvero gratificante».

“Berlusconi” feat. Jake La Furia, Nitro, Speranza

È un pezzo che a noi piace tantissimo, dalle sonorità trap “scure”. Forse uno dei brani più difficili da portare a termine, ma che alla fine ci ha dato una delle più grandi soddisfazioni. Inizialmente avrebbe dovuto esserci un rapper tedesco, Majoe, e un altro rapper italiano, ma per questioni di tempistiche alla fine lo abbiamo chiuso così. Il primo a registrare è stato Jake, poi successivamente Speranza. Nitro ha chiuso in bellezza col ritornello.

“Soldi in Black” feat. Emis Killa, Pyrex

È un altro pezzo dalle sonorità trap, nato da un provino registrato con Emis Killa su una base che abbiamo coprodotto con Lax, un giovane e talentuoso producer milanese che stiamo seguendo. Nello specifico, la melodia del piano è sua, noi abbiamo costruito il resto. Avevamo già in mente di coinvolgere un membro della Dark Polo Gang e, confrontandoci anche con Emis, abbiamo pensato che Pyrex sarebbe stata la scelta giusta.

“Tadan” feat. Dani Faiv, Ketama126

Questo pezzo, un po’ più classic, è nato grazie a Dani Faiv che, dopo una sessione di ascolto, si è subito gasato per il beat. Ha fatto due prove di ritornello e alla fine quella che ci convinceva di più è stata quella che sentite nel pezzo. Ketama, invece, ha ricevuto il beat e la sera ha registrato questa strofa mitologica.

“Lost” feat. J-Ax, Nastasia

È una traccia dalle sonorità più pop-rap, partita dalla chitarra di Marco Azara, chitarrista di Salmo con cui abbiamo prodotto Il cielo nella stanza. Durante una sessione a L.A., Nastasia ha colto subito il mood del pezzo e ha fatto un ritornello bellissimo. J-Ax, entusiasmato dal ritornello e dalla base, ha registrato subito una signora strofa e ha fatto forse uno dei pezzi più emotional del disco.

“Ready Battle Fight” feat. Gemitaiz, Arlissa

Questo è uno dei pezzi di cui andiamo più fieri e che è stato anche uno dei più semplici da portare a termine. Gemitaiz, entusiasta per il beat, ha registrato subito le sue strofe. Mancava, però, un ritornello. Durante una sessione a Los Angeles con Arlissa, ne abbiamo provato uno e già dopo questo primo tentativo abbiamo capito che sarebbe stato quello definitivo.

“Dripping in Lugano” feat. Beri

Ci eravamo promessi di includere in un nostro futuro progetto questo pezzo con Beri, uno dei rapper che seguiamo da anni e di cui siamo maggiormente fan e che secondo noi non ha mai avuto la giusta esposizione. Infatti, ha fatto un pezzo con un mood fighissimo che non ci ha deluso.

“Zona (San Siro)” feat. Kilimoney

Kilimoney è un altro rapper che secondo noi non ha mai avuto la giusta esposizione. Lo conosciamo da anni e da due avevamo questo pezzo nell’hard disk. Quando abbiamo riaperto la sessione, ci convinceva ancora di più della prima volta. Il brano riprende un po’ lo stile francese con la cassa dritta di cui siamo molto fan.

“Mike Tyson” feat. Tony Effe, Kelvyn Colt

Mike Tyson nasce da un pezzo che abbiamo fatto con Kelvyn Colt, un rapper tedesco che rappa in inglese, non tanto conosciuto in Italia, ma che in Europa è sempre in tour. Inizialmente voleva che il brano venisse incluso nel suo album, poi siamo riusciti a convincerlo a inserirlo nel nostro mixtape, alla sola condizione di inserire però una strofa di Tony Effe. Tony è venuto in studio, ha ascoltato la traccia e in giornata ha registrato, concludendo così uno dei brani più energici del disco.

“Gangster” feat. Neves17

Neves è un giovane rapper che a noi piace moltissimo. Avevamo in mente di fare per il disco un pezzo dalle sonorità un po’ afrotrap e lui ci sembrava perfetto. Tra i tanti beat diversi, ci ha mandato due provini proprio con questo mood. 

“Nella Citè” feat. Philip

Siamo grandissimi fan di Philip e del mood francese che ha portato in Italia. Gli abbiamo mandato una serie di basi proprio di questo tipo e alla fine ha registrato uno dei nostri pezzi preferiti. Erano anni che volevamo collaborare con lui e alla fine ci siamo riusciti.

“Mai più” feat. Nicola Siciliano, Wayne Santana

Il pezzo nasce a luglio da una session con Nicola Siciliano, con il pc che non reggeva per il troppo caldo. Eravamo pronti a fargli sentire una valanga di beat che avevamo individuato per lui, ma già dopo cinque secondi aveva trovato il ritornello che avrebbe voluto cantare. Si è messo con le cuffie ad ascoltare il beat e dopo mezz’ora aveva già strofa e ritornello. C’era già anche l’idea di includere Wayne nell’album, e anche lui la sera stessa ha mandato una strofa mitica.

“Criminale” feat. Boro Boro, Salva

Criminale è un pezzo dalle sonorità latin che nasce grazia a Boro Boro, dopo diverse session fatte con lui. Aveva questa strofa fighissima e noi, lavorando con la scena urban greca da molto tempo, abbiamo chiesto a Salva, anche lui grande fan della scena latina, di fare una strofa.

“1 Chance” feat. Vettosi

Abbiamo contatto Vettosi dopo che l’abbiamo sentito in Fast Life 4 di Guè. Ci è piaciuto fin da subito per il suo immaginario e il suo timbro di voce. Lui era gasato all’idea di collaborare con noi, quindi gli abbiamo mandato una serie di basi. Ci ha mandato due pezzi e noi abbiamo scelto quello che sentite nel disco. La traccia è stata coprodotta con Foreigner, un altro giovane producer con cui collaboriamo da anni e che secondo noi ha un grande talento.

“Infame” feat. Guè, J Lord

Nel nostro mixtape, ovviamente, non poteva mancare una traccia con Guè, il primo rapper che ha creduto in noi. Il pezzo riprende il mood cinematografico anni ’70 a cui noi siamo molto attaccati. Ci piaceva molto l’idea di inserire nella traccia J Lord, che secondo noi è un vero talento e che, per lo spessore dei suoi contenuti, non sembra nemmeno che sia così giovane. Uno dei nostri pezzi preferiti dell’album.

“Queste strade” feat. Nashley

Non potevamo non inserire nel mixtape Nashley. Con lui abbiamo fatto vari pezzi e già dalla prima traccia che abbiamo registrato, Cenere, si è creata una grande sintonia. Il pezzo secondo noi è veramente bello e Nashley ha creato un’atmosfera incredibile con il suo testo. È forse uno dei pezzi più belli che abbiamo fatto insieme a lui e ne siamo veramente soddisfatti.

Altre notizie su:  2nd Roof