Home Musica

Guarda il mini-concerto ‘In My Room’ di Nicole Atkins

Nell’ultimo episodio della serie di esibizioni casalinghe di Rolling Stone, la cantautrice offre un assaggio del nuovo album ‘Italian Ice’

Quando Nicole Atkins ha ricevuto le prime copie del suo disco di debutto Neptune City s’è precipitata in un bar vicino a casa dove s’era fermato il suo conterraneo Bruce Springsteen. Voleva dargliene una copia. Springsteen ha preso il disco, l’ha ringraziata e non s’è dimenticato di quella ragazza e anni dopo le ha dato il suo endorsement via social. Del resto, entrambi hanno cantato il Jersey Shore: Springsteen ha inventato a inizio carriera una galleria di personaggi magnificamente strambi, Atkins ha descritto in modo romantico le rovine di un mondo svanito.

Tredici anni dopo, la cantautrice sta per pubblicare il quinto album Italian Ice. Ha dovuto cancellare il tour, ma continua a fare musica nella sua casa di Nashville, dove si è trasferita. È lei l’ultima artista a partecipare a In My Room, la serie di concerti casalinghi di Rolling Stone che ha già visto le performance di John Fogerty, Angelique Kidjo, Brian Wilson.

Nella breve esibizione, Atkins canta con Dex Green e Devon Gilfillian il suo ultimo singolo Domino, ispirato a Prince, a Miss You dei Rolling Stones e all’electro francese. Da sola alla chitarra, rifà la recentissima Captain, in cui si offre di dare aiuto a un uomo che sta annegare in un fiume, e A Little Crazy del 2016, scritta con Chris Isaak e ispirata allo stile di Roy Orbison.

Inciso a Muscle Shoals, Alabama, Italian Ice uscirà il 29 maggio. È ispirato dal fascino decadente di Asbury Park e del Jersey Shore, alle case vittoriane fatiscenti, al fantasma della scena rock dei tempi di Springsteen, alle attrazioni del lungomare in rovina. “Quando passi da quei luoghi senti che tutto può succedere ed è il tipo di sensazione che ho cercato di evocare nel disco”.

Altre notizie su:  Nicole Atkins