Giorgio Ciccarelli, in anteprima l’album ‘Niente demoni e dei’ | Rolling Stone Italia
Home Musica Anteprime Musica

Giorgio Ciccarelli, in anteprima l’album ‘Niente demoni e dei’


Il chitarrista e autore, in passato collaboratore di Afterhours e Mark Lanegan, ha scritto un disco «figlio di questa pandemia, di un periodo vissuto con la paura addosso»

ciccarelli-press

Giorgio Ciccarelli

Foto: Giulio Mazzi

«Ho scritto un disco figlio di questa pandemia, di questo periodo buio vissuto con la paura addosso. Io metto in musica solo quello che mi passa dentro», dice Giorgio Ciccarelli di Niente demoni e dei, il nuovo album in uscita domani, 29 ottobre, per Le Siepi Dischi e in anteprima qui sul sito di Rolling Stone.

Niente demoni e dei è il terzo album da solista di Ciccarelli, ma arriva dopo un percorso ricco di collaborazioni importanti ed esperienze particolari. Il chitarrista, cantante, autore e compositore ha suonato con diverse band italiane (come Afterhours, Colour Moves e Sux!) e molti artisti internazionali, tra cui Greg Dulli, Mark Lanegan e Patti Smith. La carriera solista inizia nel 2015 con Le cose cambiano, seguito tre anni dopo da Bandiere.

Poi, dopo lo stop causa pandemia, il chitarrista torna con un album ancora una volta in collaborazione con Tito Faraci (sceneggiatore di molti fumetti italiani e qui autore dei testi) e Stefano Keen Maggiore (produttore di Immanuel Casto, Romina Salvadori, The Andre e Bebo dello Stato Sociale). La copertina, invece, è opera di Milo Manara.

«Eccomi ancora una volta di fronte a un nuovo disco, una nuova attesa, una nuova speranza, un sapore già provato altre quindici volte», dice Ciccarelli. «È una sensazione piacevole, che ti fa volare alto e progettare, pontificare, sognare… insomma, che ti tiene vivo. Il mio primo disco è uscito nel 1986 (un 45 giri…), quest’ultimo sarà marcato 2021 e sento già riecheggiare la voce di mia moglie: “Giorgio, sono 35 anni che bazzichi sto magico mondo della musica, ma un pezzo ascoltabile lo vuoi fare?”. No, neanche stavolta».

La copertina di ‘Niente demoni e dei’ disegnata da Milo Manara

«Anche per questo disco divido oneri e onori col mio amico Tito Faraci, un tipo apparentemente sereno ma che nasconde demoni che fa uscire, fortunatamente, solo quando scrive», continua il chitarrista. «Ai pulsanti del mixer e con le orecchie ben oliate, Stefano Keen Maggiore, con il quale condivido una certa passione per gli anni ’80 e che è stata la guida artistica per questo disco». Potete ascoltare Niente demoni e dei grazie al player poco sopra.

Altre notizie su:  Giorgio Ciccarelli