Home Musica

Elton John e la storia di ‘Your Song’, splendida cinquantenne

Il 10 aprile 1970 Elton John ha pubblicato il disco che l'avrebbe trasformato in uno dei musicisti più popolari al mondo. L'album inizia con una ballata perfetta che l'ha accompagnato per tutta la carriera

«L’ho ascoltata e ho pensato: “Ottimo, è la prima cosa bella che è uscita dopo i Beatles”», ha detto John Lennon a Rolling Stone di Your Song, la prima hit di Elton John. «C’era qualcosa nella voce che era di gran lunga migliore rispetto a tutte le altre voci inglesi. Ero molto felice».

Your Song è il primo brano del secondo album di Elton John, l’omonimo dove appare in copertina avvolto nell’ombra. È una canzone innocente, timida, scritta con parole semplici in cui chiunque può riconoscersi. Bernie Taupin ha scritto il testo seduto sul tetto del civico 20 di Denmark Street, palazzo dove Elton John faceva l’impiegato per una società editrice. Nel film Rocketman, Elton scrive la melodia in accappatoio, seduto al pianoforte della casa di sua madre. È una scena importante: Bernie lo guarda sorpreso, come se stesse assistendo a un evento inspiegabile.

Foto: Jack Robinson/Hulton Archive/Getty Images

Eppure, un po’ come tutta la sua carriera all’inizio del 1970, nessuno ci aveva scommesso più di tanto. Era l’anno di Let It Be, Bridge Over Troubled Water e Led Zeppelin II, e in pochi avrebbero puntato su un ragazzo di 23 anni alla ricerca di una seconda possibilità dopo un esordio piuttosto deludente. Invece, all’inizio di quel secondo album c’era una canzone incredibile. All’inizio non se ne accorse nessuno: il primo singolo fu Border Song, poi Rock and Roll Madonna, che non faceva nemmeno parte dell’album. La critica era entusiasta di Elton – su Melody Maker Richard Williams scrisse: «È questo l’anno di Elton John?» –, ma la sua carriera non riusciva a decollare.

Poi Elton è arrivato a Los Angeles ed è cambiato tutto. All’improvviso, grazie a una serie di concerti leggendari al Troubadur, gli americani si innamorano di lui. Esce un altro singolo, uno dei brani più amati da chi andava a sentirlo dal vivo: Take Me to the Pilot. Sul lato B c’era proprio Your Song, che conquisterà prima le radio e poi tutte le classifiche. Da allora Elton l’ha suonata alla fine di tutti i suoi concerti, come vedete nel video che vi proponiamo per i 50 anni dell’album. È un montato fantastico, che dagli anni ’70 arriva fino alla fine dei ’90: Elton perde i capelli, si veste da Paperino, indossa costumi appariscenti e cappelli incredibili. Nel corso degli anni la sua voce si fa più profonda, conseguenza dei problemi di salute del 1986, ma la performance è sempre eccellente. Esattamente come la canzone.

Altre notizie su:  Elton John