Le 10 uscite più significative di Kompakt, l’etichetta che ha fatto la storia della techno | Rolling Stone Italia
Classifiche e Liste

Le 10 uscite più significative di Kompakt, l’etichetta che ha fatto la storia della techno

Per i trent'anni della label tedesca abbiamo chiesto a Wolfgang Voigt, uno degli artisti fondatori, di preparare una playlist per raccontarci l'evoluzione del suono di Colonia, tra techno shuffle e musica ambient

Le 10 uscite più significative di Kompakt, l’etichetta che ha fatto la storia della techno

I fondatori dell'etichetta: Wolfgang Voigt, Michael Mayer, Reinhard Voigt, Jörg Burger, Jürgen Paape

Foto: Courtesy of Kompakt

La storia della Kompakt, una delle più importanti etichette della scena techno (ma parlare di techno, qui, è sicuramente riduttivo), comincia 30 anni fa a Colonia quando un gruppo di amici capitanati da Wolfgang Voigt decide di aprire un negozio di dischi, il Delirium. Tra le persone coinvolte – tutti amanti (e producer) della techno – oltre a Voigt (e suo fratello Reinhard), ci sono Jörg Burger (in arte Triola), Jürgen Paape e, a stretto giro, Michael Mayer. Nel 1998 Delirium diventa Kompakt, e la label incontra il negozio di dischi: il resto è storia.

Il suono di Colonia pubblicato dalla Kompakt diventa un punto di riferimento del clubbing mondiale (con una serie di hit che riescono anche a fuoriuscire dall’ambiente clubbing), spodestando la centralità berlinese e dando una nuova verve alla Schaffeltechno (in inglese shuffle, ovvero una unione tra techno e rock dal ritmo shuffolato) che segnerà in particolare gli anni zero. Ma non solo techno, la Kompakt è anche ambient music (nelle compilation annuali di Pop Ambient) e molto altro, o come spiega meglio lo stesso Wolgang Voigt: «Consideriamo la Kompakt un’etichetta pop che opera sotto l’egida della techno».

In questi trent’anni la Kompakt è così diventata un punto di riferimento nella scena elettronica, anche a livello estetico. E proprio al comporto estetico di Kompakt, scandito negli anni dagli artwork di Bianca Strauch e Veronika Unland (suoi gli artwork della serie Pop Ambient), è dedicata una mostra – Kompakt meets Cluster – curata da Claudia Attimonelli che si terrà dal 16 al 19 marzo al Contemporary Cluster di Roma e che vuole celebrare i 30 anni di attività della Kompakt con opere e artwork di Unland, Strauch e Wolfgang Voigt.

E proprio a Voigt abbiamo chiesto un’opera complessa: raccontare la storia dell’etichetta tedesca in 10 pubblicazioni. «Non è stato facile sintetizzare oltre 700 uscite in soli dieci titoli», ci ha raccontato, «ma ho scelto dieci lavori che rappresentano lo stile e lo spirito dell’etichetta».

Queste le sue scelte, con spiegazione.

Total 1

AAVV

1999

«La prima edizione della più importante serie compilation della nostra label nonché il lancio di un’estetica che diventerà iconica nel mondo dell’elettronica: i “Kompakt dots” (i puntini colorati che scandiscono gli artwork della serie)».

Schaffelfieber

AABB

2000

«Sin dagli esordi la Kompakt ha portato la Schaffeltechno verso un approccio più rock dei groove. Questo modo di costruire le strutture ritmiche è stato polarizzante, da quel momento a oggi. Alcuni dj lo amano alla follia, altri invece lo odiano».

Heroin

Superpitcher

2001

«Heroin è la traccia che inaugura la nostra lunga e consistente collaborazione con Aksel Schaufler aka Superpitcher, uno dei talenti più luminosi di Kompakt».

Pride Is Weaker Than Love / Supertiel

Michael Mayer, Reinhard Voigt

2002

«Lato A con Pride Is Weaker Than Love di Michael Mayer e lato B per Supertiel di Reinhard Voigt. Questo 12” inaugura Kompakt Extra, la prima e più importante sussidiaria di Kompakt. È anche il lancio della Kompakt Eagle (l’aquila di Kompakt), la rivisitazione dello stemma di Colonia – città natale della label – che diventerà il logo ufficiale della Kompakt stessa».

So weit wie noch nie

Juergen Paape

2002

«Un capolavoro che mescola la minimal techno in stile Colonia e lo Schlager, un genere di musica popolare tedesco. Colonna sonora dell’estate 2021 nonché una delle più grandi hit della label».

Kompakt 100

AAVV

2004

«La nostra orgogliosa celebrazione del numero 100 del nostro catalogo, l’acme di quello che ora viene definito come suono di Colonia o minimal techno di Colonia».

Things Keep Falling Down

The Field

2005

«Un altro artista fondamentale uscito per Kompakt. Things Keep Falling Down è la prima opera firmata da un artista autentico e ricercato come Axel Willner, ovvero The Field, capace di creare uno dei più importanti progetti di concept-techno».

Die zauberhafte Welt der Anderen

Voigt & Voigt

2013

«Questa è, senza dubbio, la release più surreale e astratta della nostra etichetta ed è frutto della lunga collaborazione musicale tra me e mio fratello Reinhard».

Gregor Schwellenbach spielt 20 Jahre Kompakt

Gregor Schwellenbach

2013

«Per il ventesimo compleanno della nostra etichetta, il pianista classico Gregor Schwellenbach ha suonato e riarrangiato una selezione di tracce del nostro catalogo esclusivamente con strumenti e strumentisti classici. Una grande uscita, e anche un gran concerto live».

Speicher 100

AAVV

2017

«La pubblicazione numero 100 della nostra sussidiaria, la Kompakt Extra. Segna anche il momento in cui il lettering di Kompakt è stato integrato al logo dell’aquila, venendo così a creare il logo odierno della label».

Pop Ambient 2023

AAVV

2022

«Nonostante la Kompakt sia principalmente conosciuta per il suo lavoro attorno alla musica elettronica legata alla techno, sin dagli esordi c’è stata una forte attenzione per la musica ambient. Oltre ad una serie di uscite legate ad artisti singoli, la Kompakt ha pensato una compilation annuale, nominata Pop Ambient, con l’artwork pensato da Veronika Unland che, in breve tempo, è diventata uno degli appuntamenti più consistenti e attesi».

Altre notizie su:  Kompakt