Home Musica

Britney Spears, le cose che non sapevi sul video di ‘Oops!… I Did It Again’

Vent'anni fa usciva il video più celebre della pop star. Il regista Nigel Dick racconta com’è nato, tra concept fantascientifico voluto dalla cantante, vestiti troppo sexy e un riferimento incoerente al 'Titanic'

Quando ha incontrato Britney Spears nel 1998, Nigel Dick aveva già diretto video di Guns N’ Roses, Oasis e tanti altri. Ma in nessun caso, nemmeno per Welcome to the Jungle e Sweet Child O’ Mine, le clip hanno avuto un impatto culturale paragonabile a quello di Baby One More Time.

Dick aveva già diretto i video di (You Drive Me) Crazy e Sometimes, e quando è arrivato il momento del primo e fondamentale singolo del secondo album di Britney, Oops!… I Did It Again, la popstar e il suo team l’hanno ricontattato. Il regista ha raccontato la vicenda nell’ultima puntata del podcast di Rolling Stone Usa. Ecco i passaggi più interessanti.

Il concept sci-fi è stato inventato da Britney

«L’ho sentita al telefono», racconta Dick, «e mi ha detto: Voglio fare un video. Voglio stare su Marte. Voglio un abito rosso. Voglio un astronauta carino, ma nessun razzo”. Tutto qui, questo era il briefing. Ha reso la mia vita molto più semplice… Se Britney dice che vuole ambientare il video su Marte, allora le possibilità non sono moltissime. Tutto diventa rosso. Il mio lavoro era solo provare a far funzionare la sua idea».

Per Dick il momento Titanic era “sconcertante”

«Quando lo vedi pensi: “Ma che cazzo sta succedendo?”. Siamo su Marte, ovviamente da qualche parte nel 21esimo secolo, poi all’improvviso cambia tutto, il video fa un testacoda ed eccoci un secolo prima, nel periodo in cui è affondato il Titanic», dice Dick. «Le ho detto: “Questo passaggio con il Titanic… che devo farci? Come si integra col resto?”. Britney ha risposto: “Oh, penserai tu a qualcosa!”. Insomma, ho messo giù una proposta e aspettavo le loro reazioni. Per quanto ricordi, nessuno ha chiesto di revisionare il mio trattamento».

L’inquadratura delle labbra di Britney dimostra che era già un’icona

«Non volevamo giocarci subito tutte le carte migliori, rivelare il set», dice Dick. «Quindi ho pensato di mettere nella lista di inquadrature un po’ di dettagli, primissimi piani, così da inserirli nel montaggio. È un po’ burlesque, non credi? Non bisogna dare il meglio fino all’ultimo, mentre le luci si spengono. È come flirtare con il pubblico».

Dick ha scartato un outfit scelto da Britney perché era troppo sexy

«Mi sono chiesto se fosse giusto che lo indossasse nel video, di fronte al suo pubblico, e sia il management che l’etichetta concordavano con me», racconta Dick. «Ma non volevano dire nulla, quindi ho parlato io con Britney: “Dobbiamo andare nella roulotte e vedere che altro hai da indossare”. Non era esattamente felice della cosa». Dick non ha più lavorato con Britney dopo quel video: «Immagino che la sua scelta avesse a che fare con i miei dubbi su quell’outfit».

Altre notizie su:  Britney Spears