8 cose che abbiamo imparato dal documentario su Billie Eilish | Rolling Stone Italia
Home Classifiche Liste

8 cose che abbiamo imparato dal documentario su Billie Eilish


La storia d’amore con Brandon Adams, i problemi di salute durante il tour, le richieste dell’etichetta nascoste da Finneas: ecco cosa abbiamo scoperto guardando ‘The World’s a Little Blurry’


Foto: Apple+TV

Con The World’s a Little Blurry, il nuovo documentario di AppleTV su Billie Eilish, il regista R. J. Cutler racconta l’anno più caotico ed eccitante della vita di una giovane pop star, con un accesso alla sua vita privata impensabile per tutti gli altri.

Il film racconta cosa è successo a Eilish dalle ultime settimane di registrazione del debutto When We All Fall Asleep, Where Do We Go fino ai Grammy del 2020, dove ha vinto nelle quattro categorie principali. Lo fa con uno stile da filmino delle vacanze: i genitori della cantante e il fratello-produttore Finneas hanno infatti immortalato alcuni dei momenti più intimi della sua ascesa in cima alle classifiche di tutto il mondo. In breve, The World’s a Little Blurry è una finestra sulla vita privata di un’adolescente superstar, un modo per osservare anche le parti che sono state finora nascoste agli occhi del pubblico. Ecco otto cose che abbiamo imparato guardandolo.

1I concept dei video vengono dai disegni di Eilish ispirati alle canzoni

Ispirata dalle canzoni, Eilish disegna spesso sul suo diario. Molti di quei disegni sono diventati parte dei suoi videoclip. In quello del singolo When the Party’s Over, per esempio, l’idea è sempre stata quella di piangere un liquido nero. La cantante aveva anche fatto delle prove nel suo giardino, mentre sullo sfondo la mamma beve da un bicchiere seduta a un tavolo e il padre raccoglie i bisogni del cane. Il video è esattamente come se l’era immaginato: Eilish beve un liquido nero che poi le fuoriesce dagli occhi.

2Finneas ha nascosto alla sorella la richiesta dell’etichetta di scrivere più hit

Eilish aveva attirato l’attenzione dell’industria già prima dell’uscita di When We Fall Asleep. Così, mentre preparava il debutto, la pressione perché il disco contenesse una hit era enorme. Il fratello Finneas ha dovuto nascondere le richieste dell’etichetta alla sorella, anche se in quel periodo registravano nella loro camera da letto. «Mi sembra un campo minato», dice alla mamma, che lo intervista in cucina. «Mi hanno detto di scrivere una hit, ma anche di non dire a Billie che lo dobbiamo fare». Mentre si avvicinavano alla chiusura del progetto, Eilish era sempre più infastidita dal processo di scrittura, soprattutto perché era preoccupata dalle reazioni del pubblico. «Non puoi farla scrivere con l’inganno», avverte la mamma.

3Il suo team era preoccupato dalle sue dichiarazioni contro alcol e droghe

In varie interviste e in canzoni come Xanny, Eilish si dichiara contraria all’uso di droghe e alcol, soprattutto se eccessivo. A un certo punto, qualcuno del suo team dice che la sua opinione su quei temi potrebbe ritorcersi contro di lei in futuro, quando non sarà più una teenager e magari inizierà a bere, fumare e fare uso di droghe. La mamma di Eilish risponde: «Vuoi davvero che non sia autentica, che non racconti chi è solo perché in futuro potrebbe drogarsi?».

4Justin Bieber è passato da cotta adolescenziale a confidente

Prima di diventare una teen idol, Eilish era ossessionata da Justin Bieber. Era il suo eroe e la sua cotta adolescenziale. Così, quando lui l’ha contattata su Instagram chiedendole di collaborare, lei era sconvolta. Hanno deciso di fare un remix del singolo Bad Guy, anche se non si erano mai incontrati di persona. Quando è successo, nel backstage del set di Ariana Grande al Coachella, Eilish si è messa a piangere. Alla fine Bieber le ha scritto un lungo messaggio in cui spiegava che la sua reazione gli ha ricordato perché fa il suo mestiere, e offriva anche il suo supporto. Dopo la vittoria ai Grammy all’inizio del 2020, l’ha chiamata su FaceTime per congratularsi.

5Durante la promozione del disco, un uomo ha spezzato il cuore di Billie

Mentre diventava famosa, Eilish ha sempre tenuto nascosta la sua vita privata. Per questo, la conferma della relazione con Brandon Adams – un musicista noto con il nome Q – è una delle grandi rivelazioni del documentario. Nel film, Eilish dice chiaramente di essere innamorata, racconta le difficoltà nel contattarlo mentre è in tour e anche quando è a Los Angeles, dove abitano entrambi. I genitori supportano la relazione, ma allo stesso tempo sono preoccupati. «So che una volta si è arrabbiato e si è spaccato una mano prendendo a pugni il muro», spiega il padre quando lei decide di fargli visita. «Non sappiamo dove vive, non lo sappiamo mai», dice alla madre dopo che Eilish se n’è andata. La relazione è finita con una conversazione avvenuta prima del concerto al Pier 17 di New York. Eilish non si sentiva supportata e ha rotto definitivamente.

6Il tour ha lasciato un segno sul suo fisico

L’anno più impegnativo della vita di Eilish è stato costellato da una serie di problemi di salute. Dopo un’infinità di concerti in tutto il mondo, ha sofferto di periostite e si è strappata il collo. Ha continuato a esibirsi, ma lo stress, così come della sindrome di Tourette, l’hanno costretta a incontrare uno psicologo, che le ha consigliato di rallentare.

7Katy Perry e Orlando Bloom sono grandi fan

Sempre nel backstage del Coachella, Katy Perry e Orlando Bloom si sono rivelati grandissimi fan della cantante. Perry e Eilish hanno anche parlato per un po’: la veterana del pop si è offerta di consigliarla ogni volta che ne avesse bisogno. Tornata nella sua roulotte, Eilish confessa che finché qualcuno non le ha mostrato qualche immagine dei film di Pirati dei Caraibi, non aveva idea di chi fosse Bloom. «Pensavo fosse un tizio che Katy Perry aveva appena incontrato», dice. Più avanti ha sistemato le cose incontrandolo varie volte nell’area VIP. «Ora so chi è», dice alla telecamera.

8Billie ha detestato la sua performance al Coachella

Durante l’atteso debutto sul palco del Coachella, Eilish ha affrontato una raffica di problemi. I megaschermi alle sue spalle non funzionavano bene e trasmettevano le immagini in ritardo; poi, mentre cantava All the Good Girls Go to Hell, ha sbagliato le strofe e cercato con qualche imbarazzo di giocare col pubblico mentre la canzone andava avanti. Dopo lo show era delusa e arrabbiata per la performance, e ha chiesto al fidanzato di andarla a trovare. Come scopriamo dal film, lui non si è mai presentato.

Questo articolo è stato tradotto da Rolling Stone US.

Altre notizie su:  Billie Eilish