Electric Revolution Songs: Ford Puma, ‘The Hybrid Theory’ | Rolling Stone Italia

Home Motori Auto

Electric Revolution Songs: Ford Puma, ‘The Hybrid Theory’

Combinare stili e generi, ovvero The Hybrid Theory. Musica o auto, note o quattro ruote. Condizioni essenziali: utilizzare il giusto di tutto e creare la novità che funziona e affascina. Come i Linkin Park dell’album di debutto ‘The Hybrid Theory’, da una parte, e Ford Puma, ibrida, dinamica e sportiva, dall’altra.

Powered by FORD

Powered by FORD

Dal palco al garage e dal garage al Rally di Montecarlo è un attimo. A dettare la strada, la filosofia ‘human centric’ con cui Ford ha ‘ibridizzato’ tutto attorno a Puma. Quelle di Monte Carlo, invece, sono le strade dove Puma è arrivata per il suo debutto nel WRC elettrificato. La ricetta di Puma è quella fatta di design accentuato e riconoscibile, fascino su quattro ruote e soluzioni pratiche.  Una ‘Hybrid Theory’ messa però in pratica dalla casa dell’Ovale Blu con tutta una serie di interpretazioni che partono dal garage e arrivano fino all’asfalto del Rally di Monte Carlo, ma rigorosamente in versione ‘ibrida’: un occhio alla sostenibilità e l’altro al divertimento.

L’ibrido secondo Ford Puma è fatto di design, sostenibilità e filosofia ‘human centric’

L’ibrido secondo Ford Puma è fatto di design, sostenibilità e filosofia ‘human centric’

Sotto al cofano della Puma batte un ‘cuore’ EcoBoost Hybrid, con potenze che vanno dai 125 e 155CV, volendo anche con il cambio automatico a 7 rapporti, tra guida più reattiva ed efficienza nei consumi. La combo perfetta secondo Ford è nell’accoppiata tra il pluripremiato propulsore a benzina EcoBoost 1.0, 3 cilindri, e il motore elettrico alimentato da una batteria agli ioni di litio a 48V, che assiste il motore termico nelle fasi attive di avviamento e accelerazione.

la M-Sport Ford Puma Hybrid Rally1 ha debutto nel WRC elettrificato di Monte Carlo

la M-Sport Ford Puma Hybrid Rally1 ha debutto nel WRC elettrificato di Monte Carlo

LINKIN PARK ‘The Hybrid Theory’

‘The Hybrid Theory’ è stato il fulminante album di debutto dei Linkin Park, con il loro personalissimo mix di metal, rap, elettronica e più avanti anche di pop. La ricetta, con la voce di Chester Bennington, il genio dell’MC Mike Shinoda, la ritmica di Brad Delson, Phoenix e Rob Bourdon, insieme al DJ Joe Hahn, avrebbe contribuito ad abbattere barriere fra generi musicali diversi.