Lo Sgargabonzi in ‘Non tutti sanno che’ – Edizione VIP | Rolling Stone Italia

Conglomerandocene
Home Culture Società

Lo Sgargabonzi in ‘Non tutti sanno che’ – Edizione VIP

La terza parte della rubrica in cui Alessandro Gori ci rivela alcune (scomodissime) verità. Ad esempio: sapevi che se a Briatore se gli tocchi Leopardi, Sclavi o il primo Pupi Avati lui impazzisce e non risponde di sé?

Flavio Briatore

Foto: Paul-Henri Cahier/Getty Images

Quando uno conosce in treno Daniele Silvestri la prima cosa che ti dice è che è una persona normalissima.

D’Annunzio pare che si fece togliere due costole dal macellaio, pure dopo che aveva pesato e incartato, perché secondo lui spendeva troppo.

Pietro Germi si ispirò a Don Bosco per la figura del Sassaroli.

Joseph Ratzinger ci rimase molto male che Kano non compariva in Mortal Kombat 2. Poi quando tornò nel 3 era tutto contento e rideva.

La Passione di Cristo era blucerchiata.

Freud, nelle “Lettere al figlio”, ci parla di una Confartigianato interiore.

Su un pianeta senza forza di gravità, Pinelli sarebbe salito.

Yorgo Johnstone, coreografo dei combattimenti di Van Damme, era malato di SLA dalla nascita e li dettava a un sacrestano sbattendo le palpebre.

Chi dice che Silvio Berlusconi è una brutta ragazza non c’ha capito un cazzo.

Bocelli voleva far abortire la moglie quando gli hanno detto che il figlio forse sarebbe nato daltonico. Questo per dire la persona.

A Briatore se gli tocchi Leopardi, Sclavi o il primo Pupi Avati lui impazzisce e non risponde di sé.

Per anni, l’unica persona che ha saputo tagliarmi la barba come voglio io è stato Mirko Setaro dei Trettré.

Se a Berlusconi dicessero “devi dire il quarzo è bello cucucù e vinci le elezioni” lui subito: “il quarzo è bello cucucù”.

Non è vero che Pistorius sia senza gambe: c’era una cassapanca davanti.

Nek è nella vita privata una persona capace di un’autocritica violenta e scarnificante, un uomo che non si lascia stare mai.

Paolo Vallesi è capace che se è rimasto 1 solo cioccolatino lui te li mangia tutti uno via l’altro senza vergogna.

Brunetta dice giustamente che i laureati invece di tirarsela dovrebbero andare a scaricare la frutta da internet.

Due escort su tre sono concordi nel definire l’ano di Berlusconi “un incantesimo dischiuso fra i petali del tempo”.

Michele Zarrillo una volta ha spaccato un pianoforte perché era convinto che dentro c’erano le caramelle.

SILVIA SALEMI HA CONFESSATO!!!!

Altre notizie su:  Conglomerandocene