Home Cultura

Paura degli insetti? Ecco il vostro nuovo incubo

Per la rubrica Coffee Machine Talk, la storia del'ape più grande del mondo, un “bulldog volante” ritrovato in Indonesia dopo 38 anni

«Guardare questo insetto ci ha tolto il fiato. Pensavamo fosse estinto», dice Clay Bolt, il fotografo che ha scattato le prime immagini dell’ape più grande del mondo, ritrovata nelle Molucche – un gruppo di isole dell’Indonesia – dopo 38 anni dall’ultimo avvistamento. Il Megachile pluto è stato avvistato da un gruppo di biologi americani e australiani, che hanno trovato un esemplare femmina in un nido di termiti nascosto in cima a un albero, a più di due metri d’altezza. «Vedere quanto belle e grandi sono le specie della nostra natura è stato incredibile», ha aggiunto Bolt, «così come sentire il suono che facevano le sue gigantesche ali passando accanto alla mia testa».

La mega-ape è stata scoperta per la prima volta nel 1858, sempre in Indonesia, dall’esploratore britannico Alfred Russel Wallace. L’ultimo avvistamento, invece, risale al 1981, quando l’americano Adam Messer ne ha osservati alcuni esemplari mentre raccoglievano resina con le loro gigantesche mandibole.

Ma quanto è grande l’ape più grande del mondo? Il Guardian, che ha dato la notizia del ritrovamento, dice che è “lunga quanto il pollice di un maschio adulto, quattro volte più grande di un’ape da miele, con zanne grosse quanto quelle di un cervo volante”. Per il fotografo Bolt, invece, ricorda più “un bulldog volante”. Potete leggere la storia qui.

Leggi anche