Home Cultura News

Perché abbiamo scelto “Quadrophenia” per la quarta di copertina

L'illustratore Massimiliano Aurelio spiega come ha eseguito il nostro tributo al concept album degli Who, che trovate in quarta di copertina del nuovo numero

Un particolare della quarta di copertina del numero di ottobre. Puoi scaricarla all'indirizzo www.rollingstone.it/poster

Un particolare della quarta di copertina del numero di ottobre. Puoi scaricarla all'indirizzo www.rollingstone.it/poster

Quando la redazione di Rolling Stone mi ha chiesto un artwork per celebrare i 35 anni di Quadrophenia degli Who, passata l’emozione mista euforia, ho deciso che quella che sarei andato a realizzare sarebbe stata un’illustrazione poco concettuale e molto descrittiva.

Caricamento

Genesi di una cover. #rollingstone #rollingstoneitalia #cover #rs

Vedi su Instagram

Il problema non era arrivare solo a chi gli Who li ha ascoltati e amati e chi, in particolare, Quadrophenia l’ha consumato, ma a chi questo film e la sua colonna sonora non era ancora arrivato.

In questa illustrazione ho infatti provato ad inserire tutto quello che è l’atmosfera che avvolge quel capolavoro: i Mods, le lambrette, gli scontri con i rockers, Brighton e le tante anfetamine di cui abusano i protagonisti.

Se questa piccola illustrazione porterà qualche ragazzo o ragazza delle nuove generazioni ad interessarsi a quel film e alla sua musica, allora il mio intento sarà riuscito.

Ho pubblicato la cover con la mia illustrazione sui social con il titolo: Gli Who spiegati a mio figlio, perché spero che anche per lui, da adolescente, potrà essere un piccolo strumento per avvicinarsi alla grande musica di Pete, Roger, John e Keith.

Ecco l’artwork in versione integrale. Lo si può scaricare in alta definizione nella nostra sezione Poster. Il film tratto dall’album omonimo degli Who tornerà nelle sale cinematografiche italiane a novembre in versione restaurata. Potete vedere altri lavori di Massimiliano Aurelio a questo indirizzo.

Il nostro tributo ai 35 anni di "Quadrophenia" degli Who, disegnato da Massimiliano Aurelio

Il nostro tributo ai 35 anni di “Quadrophenia” degli Who, disegnato da Massimiliano Aurelio

 

 

Leggi anche