Home Cultura News

Natural Disruptors, la musica torna in Fondazione Feltrinelli

Lee Ranaldo, fondatore dei Sonic Youth, cura un percorso musicale innovativo per la Stagione Alternativa: tra gli ospiti anche Mary Lattimore e Xylouris White

Lee Ranaldo

Foto: Anna Bogaciovas

Il meglio della musica contemporanea arriva in Fondazione Feltrinelli con Natural Disruptors, la rassegna curata da Lee Ranaldo, chitarrista e fondatore dei Sonic Youth, a base di elettronica sperimentale, sound art e avant-folk. Tre serate, il 9 e 22 novembre e il 6 dicembre, per esplorare visioni innovative e scoprire il futuro del panorama musicale contemporaneo. “La musica ha potere e grazia, ascoltate con le orecchie bene aperte e forse i vostri pensieri verranno riconfigurati”, ha detto Ranaldo presentando il progetto. “Creeremo lo spazio per qualcosa di nuovo. Nuove strade, nuove radici. Natural Disruptors”.

Lee Ranaldo. Foto: Anna Bogaciovas

Si parte il 9 novembre con Mary Lattimore, che metterà insieme la classica con l’elettronica contemporanea per un mix ovattato e lunare. L’artista, che nella sua carriera ha collaborato con Kurt Vile, Thurston Moore e Steve Gunn, salirà sul palco con Yuri Landman, artista e inventore di strumenti musicali che ha collaborato con Sonic Youth, Half Japanese e Liars.

Il 22 novembre, invece, toccherà al duo degli Xylouris White – composto dal liutista cretese George Sxylouris e da Jim White, batterista dei Dirty Three –, che porteranno in Fondazione il quarto album in studio The Sisypheans, una gemma di loro folk ruvido e avventuroso.

Mary Lattimore, foto: Rachel Pony Cassells

Infine, venerdì 6 dicembre sarà il momento di Lee Ranaldo, che chiuderà il ciclo di concerti con una performance audiovisiva concepita specificamente per la Fondazione e intitolata Contre Jour: la chitarra di Ranaldo sarà accompagnata dalle immagini della fotografa e artista Leah Singer, con cui lavora dal 1991. In Contre Jour vedremo una chitarra sospesa nello spazio che oscilla come un pendolo, flash di fotogrammi che interagiscono con un bordone ottenuto da una corda di chitarra e molto altro. Al termine dello spettacolo Ranaldo incontrerà il pubblico.

I biglietti sono disponibili sulla piattaforma Vivaticket e, il giorno del concerto, in Fondazione Feltrinelli.

Leggi anche