Home Cultura News

Michel Houellebecq: «Vincent Lambert ucciso dallo Stato»

In un articolo pubblicato su 'Le Monde', lo scrittore si è accanito contro le istituzioni e il Governo francese, accusato di aver messo gratuitamente fine alla vita dell'uomo, che da 10 anni era tetraplegico

“E così, lo Stato francese è riuscito dopo anni nell’impresa che gran parte della famiglia stava tentando di compiere: uccidere Vincent Lambert” Sono parole dure quelle riservate da Michel Houellebecq allo Stato Francese, colpevole secondo lo scrittore di aver lasciato morire l’uomo che dal 2008 era tetraplegico per colpa di un incidente.

L’articolo di Houellebecq, apparso oggi su Le Monde, è un duro attacco alle istituzioni, in particolare a Emmanuel Macron e la sua ministra della Salute Agnés Buzyn. “Credevo che il Governo restasse neutrale al riguardo. Dopo tutto, Emmanuel Macron aveva dichiarato, poco tempo prima, che non si sarebbe immischiato con la faccenda. E pensavo che i suoi ministri fossero della stessa idea.”

L’articolo, altamente tagliente fino a sfiorare il sarcastico, prosegue accanendosi contro l’ospedale pubblico che da anni ospitava Lambert. “Lambert non aveva lasciato alcuna disposizione. E circostanza aggravante: era infermiere. Avrebbe dovuto sapere, meglio di chiunque altro, che gli ospedali pubblici hanno ben altro a che pensare che mantenere in vita un portatore di handicap.”

Il culmine viene forse raggiunto quando, parlando di una persona immobilizzata su un letto da un decennio, Houellebecq ha minimizzato le condizioni di Lambert. “Non era in preda a sofferenze insostenibili, non era in preda a nessuna sofferenza proprio. Non era nemmeno in fin di vita. Viveva in uno stato mentale particolare, anzi potremmo dire che non sentisse proprio niente.”

Leggi anche