Home Cultura News

Festival di “Internazionale” a Ferrara, manca poco

Venerdì inizia "Internazionale a Ferrara", tre giorni di incontri con con giornalisti, scrittori e artisti provenienti da tutto il mondo

Cosa succede in Siria? E in Ucraina? E, soprattutto: come si fa a sapere davvero che cosa sta succedendo in Siria e in Ucraina? Sono alcuni dei temi di cui si parla da venerdì a Ferrara al Festival di Internazionale.

Tre giorni in cui si parlerà soprattutto di giornalismo d’inchiesta, giornalismo economico e giornalismo narrativo. Ma anche di diritti, diversità e attualità italiana. Ah, vi hanno detto dei due incontri sul cibo in collaborazione con Slow Food? E degli eventi la sera (un reading letterario col collettivo Wu Ming 2 euna performance tra cinema e lavagna luminosa, per dirne solo due)?

C’è anche una rassegna di cinema d’autore internazionale: Mondocinema, curata da Francesco Boille. Tra i film selezionati ci sono Altman, documentario sulla vita del grande regista americano, ed El estudiante, premiato film argentino su uno studente che entra nel vivo della politica universitaria a Buenos Aires.

Tra gli ospiti ci sono il direttore del Washington Post, Martin Baron, l’ex direttore della redazione del Monde e fondatore del graffiante Mediapart Edwy Plenel, il vincitore del premio Kapuściński Ed Vulliamy.

Verrà premiata la giornalista siriana Maisa Saleh, che ha partecipato alle proteste contro il regime di Bashar El Assad. Il suo attivismo e la passione per il giornalismo d’inchiesta l’hanno portata all’arresto: fermata nel 2013 al mercato di Saruja, nel cuore di Damasco, è stata costretta a sette mesi di carcere.

Chi suona? Tenete d’occhio Ntone Edjabe: dj molto noto in SudAfrica, direttore di una rivista culturale stilosissima, Chimurenga.

Il programma? Lo trovate qui. Si inizia venerdì 3 ottobre, si finisce domenica sera.

Leggi anche